Come difendere i bambini dalle punture d’insetto

ADV

punture d'insetto

Il piacere di stare all’aria aperta è spesso funestato da spiacevoli inconvenienti come le punture d’insetto.

Mosche e moscerini, zanzare e vespe sono tante le specie che infastidiscono i nostri soggiorni all’aria aperta, talvolta in alcuni casi il fastidio è peggiore perché alcuni insetti pungono.

Come possiamo difenderci? Ma soprattutto come possiamo proteggere i bambini?

Quale insetto

Gli insetti che non volano possono pungere più volte un’area del corpo limitata, mentre quelli volanti possono ‘saltellare’ da una parte all’altra della pelle.

Dalla distribuzione delle irritazioni si ha la prima ‘diagnosi’ per capire di quale insetto sia il colpevole, e di conseguenza si possa scegliere il trattamento.

Le cure

In generale le punture d’insetto che producono una reazione sulla pelle modesta possono essere trattate con una crema anti-infiammatoria anche non steroidea.

Mentre in caso di una reazione infiammatoria intensa si devono usare creme al cortisone per un periodo limitato alla fase acuta o anche antistaminici in compresse perché a causa dell’esposizione al sole è meglio evitare usare gli antistaminici topici che potrebbero creare ulteriori reazioni sulla pelle dei bambini.

Solo in casi eccezionali con reazioni allergiche generalizzate si deve e può ricorrere al cortisone per via sistemica.

Punture insetto

 

Come prevenire le punture d’insetto?

Ecco alcuni consigli dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù su come proteggere i piccoli e cosa fare in caso di punture d’insetto.

Postato in: Varie

Scrivi un commento