5 cose da non dire mai ad una donna in attesa

cose da non dire mai ad una donna in attesa

Che siate mamme o meno, questo post vi aiuterà a non commettere errori o “gaffe” quando vi rapporterete con delle donne in dolce attesa.

È scientificamente provato che le donne in gravidanza sono in balia degli ormoni e nel loro corpo c’è un continuo turbine di emozioni. Per questo motivo chi sta loro intorno deve sapere bene che una domanda o semplicemente una parola pronunciata nel momento sbagliato può provocare una vera e propria catastrofe. :-/

Ecco quindi la necessità di aiutarvi con un piccolo vademecum di cose da non dire mai a una donna incinta per evitare situazioni imbarazzanti per tutti!

Da mamma, e presto mamma bis, sento il bisogno di spezzare una lancia a favore di noi donne in attesa. Purtroppo spesso perfetti sconosciuti si permettono di dire cose o porre domande totalmente inadeguate, per le quali basterebbe solo un po’ di buon senso per capire che sono del tutto fuori luogo.

In questo post vorrei raccogliere solo 5 fondamentali cose o domande che credo possano irritare qualsiasi futura mamma! La gravidanza è sicuramente un periodo meraviglioso per noi donne ma è innegabile che sia anche tanto tanto faticoso, per cui evitiamo di complicare le cose e mettiamoci d’impegno per renderlo il più sereno possibile.

5 cose da non dire mai ad una donna in attesa

Queste 5 frasi/domande da non dire mai ad una donna incinta sono il frutto di un confronto con amiche che hanno avuto o stanno per avere un bambino. Prendete carta e penna e se siete delle mamme, per favore inviateci un contributo con la vostra esperienza. 🙂

  1. Quanti chili hai “già” preso? Mi chiedo, ma perché soprattutto da parte di noi donne c’è questa totale indelicatezza? Sono d’accordo che i tempi sono cambiati e ai giorni d’oggi c’è maggiore consapevolezza sull’importanza di non prendere peso durante la gravidanza, ma perché la nostra forma fisica deve diventare di dominio pubblico? Credo inoltre che dietro questa domanda apparentemente “innocua” si celi un po’ di invidia e competizione.
  2. “Vedrai andrà tutto bene e sarà bellissimo”. Da futura “mamma bis” concordo nel dire che l’essere genitore sia una cosa meravigliosa e tornando indietro farei esattamente le stesse scelte. Però, mai dire che andrà tutto benissimo! Nella stupenda avventura della maternità ci saranno anche tanti momenti difficili, perché nasconderli? Fanno parte del percorso e ci aiuteranno a diventare genitori ancora più forti.
  3. “È un maschietto? Ahi… Allora in bocca al lupo!” Questa è una frase che mi tocca personalmente! Quante volte l’ho sentita dire, e ogni volta mi fa innervosire, perché non credo sia necessario etichettare un bambino solo in base al sesso. C’è ancora la convinzione che le bambine siano sempre posate e sagge e i maschi invece dei terremoti? Io vorrei continuare a credere che ogni bambino abbia la propria indole e carattere che si svilupperà con il tempo.
  4. “Avete già scelto il nome? Vi piace veramente è così….” Ora capisco perché molte donne preferiscono non condividere con amici, parenti e tanto meno sconosciuti il nome scelto per il proprio bambino. Chiunque avrà qualcosa da dire: “È troppo inflazionato, è un nome banale, è da vecchi ecc. ecc.” La scelta del nome è sicuramente un momento importante per la coppia, per favore lasciate che i futuri genitori non siano influenzati e che possano decidere in totale tranquillità.
  5. “E questo è ancora niente, vedrai come saranno gli ultimi mesi di gravidanza”. Questa frase potrebbe sembrare quasi innocua, ma dipende dal tono con cui viene detta alla futura mamma… spesso sembra una vera e propria minaccia! Spesso poi la futura mamma è appena uscita provata dai primi tre mesi di gravidanza, sta appena iniziando a godersi il tranquillo secondo trimestre, quando da ogni dove incombe il terribile presagio del futuro. Sono d’accordo nel non nascondere la realtà alle future mamme, ma non credo sia giusto terrorizzarle senza motivo!

 

Avete preso nota? Dalla vostra esperienza cosa vorreste aggiungere?

 

Scrivi un commento