Cinque cose sull’Epifania che non sapevi tra leggende e tradizioni

epifania cinque cose che non sai

L’Epifania tutte le feste di porta via. Con il 6 gennaio si festeggia l’arrivo dei Magi al cospetto di Gesù e i bambini italiani nella notte tra il 5 e il 6 gennaio aspettano l’arrivo della Befana che porta dolci e regalini a chi è stato bravo e carbone per i più monelli. Come ogni festa l’Epifania ha un corollario di tradizioni, usanze e leggende che è sempre bello riprendere e raccontare ai bambini. Eccone alcune

Cinque cose sull’Epifania che non sapevi: trazioni, leggende, ricette e usanze

La storia della Befana e dei Re Magi

Sulla figura della Befana esiste una leggenda che la lega ai Re Magi. I Re, andando alla ricerca di Gesù Bambino, bussarono alla porta di una casa per chiedere informazioni per raggiungere Betlemme e Gesù Bambino. La vecchina che aprì rispose che non lo sapeva. I Magi le chiesero quindi se volesse unirsi a loro nel viaggio verso Gesù Bambino, ma la vecchina rifiutò, per poi pentirsi una volta partiti i Magi.

La vecchina scelse di partire da sola alla ricerca di Gesù Bambino, con scarso successo. Non riuscendolo a trovare, prese la decisione di offrire un regalo a ogni bimbo incontrato, nella speranza che questo fosse Gesù Bambino.

Da quel giorno ogni anno nella notte tra il 5 e il 6 gennaio la Befana visita le case dei bambini, donando loro dolcetti e sorprese.

epifania cinque cose che non sai

La festa della Befana nella storia

Già a partire dal Medioevo si inizia a parlare di feste per la “Befana“: nel XIII secolo sono feste caratterizzate da fuochi, canti e balli. Nel Cinquecento si indicano come “Befane” numerose figure stregonesche che spaventano i bambini. Nel Seicento da figure stregonesche, le Befane si riducono a due, una buona e una cattiva.

L’Epifania in Spagna

Tra le tante tradizioni legate all’Epifania, da ricordare è certamente quella spagnola. In Spagna i bambini nella notte tra il 5 e il 6 gennaio aspettano i doni portati dai Re Magi. I bimbi vanno a dormire lasciando davanti alla porta una ciotola di acqua per i cammelli, del cibo e una scarpa.

Il dolce tipico dell’Epifania per gli spagnoli è il Roscon de Reyes, la corona dei Re Magi. Una ciambella dolce di pasta lievitata decorata con canditi e zucchero. All’interno si usa nascondere una fava e una statuina. Chi trova la statuina è il re della giornata, chi trova la fava, deve pagare il dolce…

I dolci dell’Epifania

epifania cinque cose che non sai

La tradizione di nascondere una fava o una statuetta non è solo tipica del Roscon de Reyes spagnolo, ma si ritrova anche in altri dolci. In Francia, ad esempio, l’Epifania si festeggia con la Gallette des rois, un dolce di pasta sfoglia e mandorle che viene venduto insieme a una corona di cartoncino. All’interno del dolce è nascosta una sorpresa. Chi la trova è il re della giornata.

Le reliquie dei Re Magi

Che ne è stato dei Re Magi? Di loro si sa davvero poco, ma una parte delle loro reliquie sono conservate nella basilica di sant’Eustorgio a Milano. Il 6 gennaio mattina a Milano si svolge il tradizionale corteo dei Magi, che a cavallo partono da piazza Duomo e arrivano in sant’Eustorgio. È una delle tradizioni più antiche ed è molto amata dai milanesi.

 

Scrivi un commento