Da 8 marzo 2011 1 commento Leggi tutto →

8 Marzo, Festa della Donna: firmato accordo per conciliare lavoro e famiglia

ADV

Ho ascoltato la notizia questa mattina al telegiornale, uno dei pochi che riesco a rubare ai più piccoli, tra un cartone animato e l’altro 😉 Sto parlando dell’accordo firmato ieri dal Ministero del Lavoro e dalle parti sociali, Cgil compresa.  L’accordo prevede una serie di linee guida che aiuteranno a conciliare lavoro e famiglia. Ma in che modo?

Le linee guida previste dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Maurizio Sacconi, vorrebbero agevolare il lavoro delle neomamme nei primi tre anni del bambino, con soluzioni, in alternativa ai congedi parentali o facoltativi, di telelavoro, ed orari flessibili in entrata e in uscita ed inoltre il contratto a tempo pieno potrà essere trasformato in part-time per i primi cinque anni del bambino o per assistenza a genitori e familiari con problemi di salute.

A tutto questo si aggiunge una detassazione del 10%, qualora sia prevista in accordi territoriali o aziendali, e la possibilità di poter ottenere un buono prepagato che andrebbe a sostegno delle spese per la gestione dei bambini, tra cui la spesa della baby sitter. Ma anche l’impegno da parte del datore di lavoro di restituire alla lavoratrice che torna sul suo posto di lavoro dopo la maternità, le stesse mansioni o equivalenti. Ed infine l’impegno anche da parte di governo, regioni ed enti locali a rafforzare le infrastrutture e i servizi pubblici utili per conciliare lavoro e famiglia tra cui il piano degli asili nidi per il 2011.

Nella speranza che tutto si concluda con un lieto fine e nell’ottica finalmente di dare più possibilità e incentivi a tutte quelle donne che decidono di avere un bambino senza avere la paura di “perdere” il proprio posto di lavoro o di non riuscire a conciliare le due cose insieme… io vi auguro una Serena Festa della Donna.

Immagini:
riza.it
movimentodonneroma.it
impresamia.com

1 Comment on "8 Marzo, Festa della Donna: firmato accordo per conciliare lavoro e famiglia"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. SIMONA scrive:

    cosa implica questo accordo potrò rientrare pat-ime dalla maternità?

Scrivi un commento