Da 4 novembre 2016 Articolo con sponsor 0 commenti Leggi tutto →

Abbigliamento bambini: 5 cose che non sapevo prima di diventare mamma

Abbigliamento bambino Prenatal

Prima di diventare mamma, quando osservi le vetrine dei negozi per neonati pensando a quanto è grazioso quel completino, quando ancora non sai – non puoi sapere – quello che ti aspetta davvero, il rischio di fare acquisti spericolati è costantemente in agguato.

Ma attenzione: ci sono cose da sapere sull’argomento “vestiti per bambini” che, inevitabilmente, scoprirai solo dopo:

Abbigliamento bambini: 5 cose da sapere

  • 1) I colori troppo chiari (o troppo scuri) sono il male

In generale, direi che questa regola vale anche per le mamme: la volta che avrai scelto di indossare una camicia bianca, è praticamente certo che tornerai a casa con qualche impronta di unto o macchia di gelato o medaglia di rigurgito… Tanto più per i bambini: molto meno ansiogeno affidarsi a colori più “discreti” come il “camuffoso” grigio melange.

Come quello della felpa Prénatal con contrasto super chic tra il tessuto pratico e la decorazione luccicosa con paillettes.

p03

  • 2) Bello NON sempre è meglio

Da neomamma inesperta, ho fatto incetta di vestitini seguendo un criterio essenzialmente estetico. Solo dopo capisci che un grazioso e delicato vestitino sarà quasi certamente un capo che:

  • va stirato
  • si smacchia a fatica
  • va lavato a mano (orrore!) o, peggio, in lavanderia
  • si indossa a patto di difficoltose contorsioni di mamma e bambino

contiene asole, bottoni, cerniere e altri marchingegni che renderanno la vestizione una vera tortura

  • 3) Come evitare l’effetto sauna

E qui, io sono costretta a fare outing: essendo freddolosa, il rischio di coprire eccessivamente anche mia figlia è sempre dietro l’angolo. Per evitare l’effetto sauna, cerco di vestirla a strati: maglietta leggera + felpa (o cardigan o scaldacuore) da sfilare facilmente una volta arrivati a destinazione.

Nel nostro guardaroba non mancano mai le magliette a maniche lunghe di cotone leggero in colori neutri come il panna o il blu.

prenatal-collezione-autunno-inverno

  • 4) Vietato vietare (di sporcarsi)

I bambini devono sentirsi liberi di muoversi e giocare. Evitiamo di stressarli con troppi: “attento a non sporcarti”, meglio scegliere capi comodi, pratici e facilmente lavabili.

Quando acquisto un capo con un taglio più “elegante” scelgo tessuti “facili”.

  • 5) Viva i leggins

L’unico paio di jeans che mia figlia abbia mai avuto fino ai 2 anni le è stato regalato… (guarda caso) dal papà. Finché non sei mamma, ti sembrerà impossibile che il capo pratico per eccellenza per noi adulti non lo sia altrettanto per i bambini, invece è proprio così. Provate voi a far indossare ad una bimba di un anno un pantalone che contiene in un colpo solo: asola, bottone, cerniera e per giunta è più rigido del semplice cotone.

Inoltre, finché non divengono completamente indipendenti nell’uso del water, le maestre dell’asilo inorridiscono alla vista di un pantalone, supplicando o imponendo a seconda dei casi l’uso esclusivo di leggins o tute fino al raggiungimento della maggiore età.

Per noi, solo “finti jeans” come questi in morbidissimo denim con elastico in vita che si abbinano praticamente con tutto.

p05

Collezione Autunno-Inverno 2016 Prénatal

Tutti i capi presentati nel post fanno parte della Collezione Autunno-Inverno 2016 Prénatal. Una collezione come sempre al’insegna della praticità, con pezzi perfettamente mixabili, tessuti naturali e facilmente lavabili.

Inoltre, con la Prénatal Vip Card avrete diritto ad un intero anno di shopping neonato, bebè, bambino e prémaman a prezzi super vantaggiosi. Per saperne di più, leggete il nostro post sull’argomento o visitate il sito dedicato alla iniziativa.

Post in collaborazione con Prénatal

Scrivi un commento