Da 9 giugno 2009 4 Commenti Leggi tutto →

Neonati affidati ad adolescenti per un reality: è polemica

ADV

Non è ancora iniziato e già è al centro di una bufera. Il nuovo reality che verrà trasmesso in Germania, dal titolo Adulti alla prova, si propone di mettere alla prova aspiranti giovani genitori che desiderano avere un bambino e vogliono imparare le regole base per diventare bravi genitori.

L’aspetto più curioso consiste nel fatto che il piccolo  viene affidato alla coppia adolescente per quattro giorni e quattro notti e dovranno essere in grado di accudirlo come se fosse figlio loro. Lo show avrebbe un fine pedagogico ma al Ministro della famiglia, Ursula Von Der Leyen, il reality non piace affatto.

Secondo il Ministro, non si rispettano i diritti del bambino, considerati dallo show come “cavie da laboratorio” da sfruttare in modo irresponsabile mettendo in pericolo il loro sviluppo. La Von Der Leyen, per questi motivi ha chiesto alla rete televisiva Rtl, di cancellare la messa in onda del programma o di cambiarne l’impostazione.

La richiesta ha avuto esito negativo e il reality andrà in onda. I dirigenti dell’emittente televisiva tedesca si difende sostenendo che il reality ha come scopo quello di informare i minorenni, che si avvicinano alla maternità e alla paternità con molta leggerezza, sulle responsabilità che un figlio comporta. Inoltre assicura che bambini e ragazzi saranno seguiti 24 ore su 24 da un equipe di medici e psicologi.

A prescindere dal fine, più o meno nobile che si propone il reality, vale la pena sottoporre delle piccole creature sotto l’occhio vigile e spione delle telecamere? A voi la parola

4 Comments on "Neonati affidati ad adolescenti per un reality: è polemica"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. Livia scrive:

    Ma saranno davvero adolescenti che desiderano provare (o forse giocare) a fare i genitori, o semplicemente si tratta di ragazzi che cercano i loro 4 giorni di notorietà attraverso il reality? E’ questo dubbio che deve suscitare qualche perplessità di fronte a questa idea strampalata, secondo me.

  2. Elisa scrive:

    Io credo che se due adolescenti abbiano il desiderio di diventare genitori, significa che a prescindere amano i bambini. Per cui, perchè non poter fare questa prova? Verranno trattati con affetto e amore, dato che non sono comuni adolescenti, ma adolescenti che vogliono essere genitori…
    E’ come stare con la baby sitter… che differenza fa? Ci sono dei genitori che lasciano i neonati all’asilo nido.. tutto il giorno con delle insegnanti tra altri bambini… perchè non poterli affidare per 4 giorni a una coppia di ragazzi che se ne prenderà cura con amore, ugualmente?

    Suvvia, non possiamo continuare con questa chiusura mentale. Credete che un tempo i genitori crescevano i neonati? Esistevano le balie e mi pare che la gente veniva su più normale dei tempi che corrono. Quindi non vedo perchè sconvolgersi tanto…

  3. kosenrufu mama scrive:

    rimango assolutamente senza parole per l’indecena e la bassezza. Non sono dei giocattoli, hanno bidsogno del profumo della loro mammae delle sue mani che li coccolano, no di estranei adolescenti!

  4. elena scrive:

    Si vergognino, sono neoanti che hanno bisogno di una mamma e di un papà, non sono bambolotti!

Scrivi un commento