Altopiano della Paganella: itinerari da favola

ADV

Un itinerario che ha il sapore di una favola: quella di tre bambini in cerca di grandi avventure tra boschi fatati, castelli magici e animali dispensatori di virtù. Avevano un sogno: volare sulle cime del Croz. E grazie ad una mappa fatata e ad alcuni incontri straordinari, si ritrovano sull’Altopiano della Paganella, una meta che ha il colore dei boschi e dei monti. Qui, attraverso mille peripezie, riescono a realizzare il loro desiderio più grande: volare.

Pronti a seguire anche voi la mappa fatata?

L’itinerario

Il magico percorso inizia a Molveno, un bellissimo borgo montano insignito dell’ambita Bandiera Arancione del Touring Club e adagiato sulle sponde di un lago dalle acque cristalline. Correte a perdifiato tra i prati sterminati che lo circondano…

… esplorate la sua spiaggia di sassolini bianchi, e, in un attimo, la mappa magica trasformerà la montagna in mare.

Come per incanto, appariranno pedalò, barche e canoe. Se poi amate nuotare, le acque del lago non aspettano altro che abbracciare grandi e piccini e incantare con le loro mille sfumature di blu.

Proprio dietro la spiaggia, si trova la segheria Taialacqua, che un tempo produceva la tavole “molvene”, grazie ad una ruota idraulica. Per i bambini, ma anche per mamme e papà, è una bellissima escursione didattica da non perdere!

La mappa magica vi porterà poi fino a Spormaggiore, dove farete degli incontri eccezionali. Nel Parco Faunistico di Spormaggiore,un’area di 7000 metri quadrati nota come il Parco dell’Orso, vivono infatti tre orsi, tre lupacchiotte gemelle (Sissi, Luna e Vanessa), gufi reali, gatti selvatici, pony, pavoni, conigli e capre.
Fate attenzione, perché anche questi animali sono fatati e, se tendete bene l’orecchio, vi parleranno…

… e vi sveleranno la strada per la prossima meta, Castel Belfort, che si trova a poche centinaia di metri dal parco faunistico. Le sue rovine risalgono al 1311 e, neanche a dirlo, anch’esse custodiscono importanti segreti. Provate a passeggiare tra le sue mura, forse anche voi incontrerete Orsola, la magica presenza che regna da sempre sulle terre di Spormaggiore…

Dopo il castello, è la volta dell’apicoltura Belfort: qui potrete ammirare veri alveari, imparare tutto sulle api e degustare miele e melate. Non mancate di fare una piccola sosta al negozio, per acquistare i prodotti della fattoria e, per le mamme, il miracoloso contorno occhi a base di miele!
Lasciate i bambini liberi di avvicinarsi agli alveari, sotto la guida dei proprietari, ovviamente. Questi graziosi insetti hanno un segreto importante da svelare loro. Quale? Lo scoprirete fra poco.

 

Da non perdere:

  1. Le settimane del Paganella Family Festival, organizzate due volte l’anno – in inverno e in estate: tante offerte e pacchetti family, attività, giochi, feste, sport e laboratori dedicati interamente ai bambini. Il Paganella Family Festival Estate 2013 è attualmente in corso e si concluderà proprio questo fine settimana. Giusto in tempo per un last minute preso al volo.

  2. Pranzare in un vero rifugio di montagna. Armatevi di scarponcini e, da Molveno, prendete gli impianti fino a località Pradel. Da qui, raggiungete la Fattoria Didattica Malga Tovre per dar da mangiare agli animali e degustare i prodotti locali.

  3. Dopo pranzo, per smaltire il formaggio di malga, divertitevi tra i ponti tibetani e le liane del Forest Park, nelle vicinanze della fattoria.

  4. Per i più grandicelli e per le mamme e i papà avventurosi, la Paganella offre anche attività adrenaliche, come i percorsi per mountain bike, la parete dell’arrampicata, il parapendio e il down hill.

  5. Per chi ama il benessere ma anche in caso di maltempo, rilassatevi nelle piscine coperte del Centro Benessere AcquaIn. Per i più piccoli, c’è la piscina profonda 60cm con acqua a 30 gradi. Poi, c’è la zona idromassaggio, l’idroscivolo, il solarium, diversi tipi di saune, il Bagnoturco, il Laconicum, il Percorso Kneipp, e l’area beauty dove ci si può far coccolare con un massaggio o un trattamento estetico.

Dove dormire:
Le strutture di accoglienza non mancano e sono in grado di accontentare tutti i gusti e tutte le tasche: alberghi, residence, B&B, appartamenti, agriturismi, affittacamere e campeggi, la maggior parte dei quali assolutamente a misura di bambino.

Particolarmente adatti alle famiglie sono gli alberghi facenti parte del circuito Giocovacanza, come l’Hotel Serena di Andalo. Un altro bellissimo family hotel è l’Ambiez Suite, sempre ad Andalo.

Prima della partenza:

Leggete con i vostri bimbi la favola “Avevano un sogno: volare sul Croz” (la trovate qui, insieme a tante belle foto e un divertente video). Poi, insieme a loro, provate a disegnare la mappa del percorso. Una volta sul posto, magari durante i tempi morti (come al ristorante per esempio), chiedete loro di “segnare” le varie tappe, incollando sulla mappa tutto ciò che possa rappresentare un ricordo di ciò che state visitando: biglietti d’ingresso, scontrini, foglie, sassolini… Sarà un bellissimo ed originalissimo souvenir da portare a casa.

Per maggiori informazioni sulle attività da fare nel comprensorio della Paganella, visitate il sito dell’APT Visit Dolomiti Paganella.

Questo post è a cura della redazione di Tips4italiantrips.com

Blog_di_viaggi

 

 

 

 

 

Scrivi un commento