Da 30 gennaio 2011 3 Commenti Leggi tutto →

Aromaterapia: oli essenziali in gravidanza

ADV

Nell’aromaterapia si usano i cosiddetti “oli essenziali”, estratti di piante che vengono applicati sulla pelle o inalati. Questi oli possono avere effetti benefici sulla mente e sul corpo: alcuni sono rilassanti, mentre altri sono tonificanti. Questo effetto non è dovuto solo al profumo degli oli, ma anche alle sostanze benefiche in essi contenute.

Nei primi tre mesi di gravidanza, è meglio non utilizzare oli essenziali. Prima di iniziare ad applicarli, inoltre, è bene eseguire un test ponendone una goccia sul braccio e osservando ogni eventuale reazione della pelle. Alcuni oli essenziali non dovrebbero essere utilizzati durante la gravidanza. Dunque vediamo insieme quali sono gli oli essenziali consigliati e quali sono quelli da evitare.

Oli essenziali consigliati

  • dalla 12^ settimana di gravidanza: oli essenziali di agrumi per “tirare su” il morale e tonificarsi. Evitare l’esposizione al sole se applicati sulla pelle per l’effetto foto sensibilizzante;
  • dalla 24^ settimana di gravidanza: olio essenziale di camomilla per rilassarsi e contrastare l’insonnia;
  • dalla 28^ settimana di gravidanza: olio essenziale di lavanda, anche questo per rilassarsi e contrastare l’insonnia.
  • Nelle ultime settimane: fiori  d’arancio contro lo stress e l’insonnia.

Oli essenziali da evitare

Durante la gravidanza: cajeput, sedano, cannella, citronella, salvia sclarea, finocchio, gelosimo, lavandula hybrida, lavanda (prima della 28^ settimana), maggiorana, litsea cubeba, mirra, niaouli, rosmarino, nardo, tagete, millefoglie;
se sei soggetta a pressione alta: rosmarino, timo (Thymus vulgaris);
se hai problemi di allergie, asma ed eczemi: oli di nocciolo o di germe di grano.

Ma come vanno usati gli oli essenziali?

E’ necessario diluirli sempre in acqua o in un olio neutro e non utilizzarli  più di tre volte alla settimana. E si possono usare per:

  • pediluvi, versare 2-3 gocce di olio in acqua calda;
  • inalazioni, aggiungere 3 gocce di olio essenziale a un contenitore di acqua calda e respirandone i vapori. Oppure, versare una goccia o due su un fazzoletto e inalarne l’aroma;
  • diffusori di essenze, scaldare 1-2 gocce di olio essenziale diluite in un po’ d’acqua;
  • bagni, versare 4-6 gocce di olio nell’acqua della vasca. Non utilizzare sapone o bagnoschiuma e non restare nella vasca per più di 20 minuti;
  • massaggi, mescolare 5 gocce di oli essenziali con 25 ml di olio di vinaccioli, quindi massaggia braccia e gambe;
  • impacchi, aggiungere 3-4 gocce di olio essenziale a una ciotola di acqua calda, immergere un panno e strizzarlo.

Naturalmente il consiglio principale è quello di consultare il proprio medico prima di farne uso, rispettare la propria salute e quella del bimbo che si porta in grembo è indispensabile in questo delicatissimo periodo.

Ne avete fatto (o ne fate) uso? Il medico ve li ha consigliati per aiutarvi a rilassarvi?

Immagini:
ingirovagando.forumfree.it
erboristeriacosmetici.it
liberareggio.org

3 Comments on "Aromaterapia: oli essenziali in gravidanza"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. Daniela scrive:

    Da ieri sera ho sempre più dubbi. Ho scoperto di essere incinta solo sabato scorso e sono di poco più di 5 settimane. Ho sempre usato, durante tutto l’inverno, un umidificatore nel quale aggiungevo pumilene vapo. Essendomi presa il mal di gola ieri, ho cercato info su cure naturali e ho scoperto che non si possono usare gli oli essenzial. Sono preoccupata e vorrei capire se il mio bambino è a rischio di qualche cosa o se posso stare tranquilla.
    Mi potreste aiutare?

    • Paola scrive:

      Ciao Daniela.. secondo me puoi stare tranquilla.. ma per certezza prova a consultare il tuo medico di fidicia… intanto un gande in bocca al lupo per la tua gravidanza.. fammi sapere come prosegue 😉

  2. Elena scrive:

    Davvero interessante l’uso dell’aromaterapia in gravidanza. Spesso se ne ha paura solo perchè non ci sono informazioni corrette in giro. Personalmente penso che la scuola francese di aromaterapia sia davvero “forte” in questa disciplina.Uniti anche a un semplice massaggio possono dare molto sollievo, soprattutto a gambe e schiena.

Scrivi un commento