Da 16 agosto 2009 2 Commenti Leggi tutto →

Consigli per scegliere il lettino

ADV

Il lettino è un oggetto necessario in cui il piccolo vi trascorrerà moltissime ore. Quindi è davvero fondamentale che la scelta sia fatta con criterio ed attenzione. In qualsiasi negozio specializzato sarà possibile trovare diversi modelli e prezzi. Ci sono lettini molto pratici, con cassetti nella base, oppure più sofisticati, con fasciatoio incorporato.

Ma a parte prezzo e modello, sarà necessario controllare quanto segue:
il materasso deve essere contenuto perfettamente dalla rete. I migliori sono quelli di lattice e a molle mentre quelli di gommapiuma si deformano più rapidamente;
la rete deve essere piatta e abbastanza rigida affinchè non affondi con il peso del bambino;
i paracolpi che si collocano intorno alle sbarre sono molto utili per evitare che il bambino si faccia male sbattendo con la testa, perché certamente cercherà di sollevarsi man mano che cresce. Ne esistono in commercio di varie misure e fantasie, in coordinato con i lenzuolini o la copertina.

Ma attenzione, quando si passerà all’acquisto del lettino sarà necessario non farsi prendere dalla moda, ma fare una scelta dettata dalla praticità e dalla sicurezza valutando anche i seguenti criteri:
la distanza tra le sbarre di protezione non deve superare i 6,5 cm affinchè il piccolo non possa infilarvi la testa;
le viti di fissaggio devono rimanere interne perché il piccolo non possa toccarle;
la spalliera laterale mobile, quando si trova in posizione bassa, deve avere un’altezza minima di 20 cm dal materasso ed il dispositivo per abbassarla deve essere fatto in maniera che il piccolo non possa azionarlo;
la profondità non deve essere minore di 60 cm dalla rete al bordo e gli angoli e le sporgenze devono essere arrotondati, per evitare che il bambino possa farsi male;
le ruote possono essere due o quattro ma sempre bloccanti;
le vernici utilizzate devono essere atossiche;

Per i piccoli appena nati una soluzione ideale sono i porte-enfant. Ce ne sono di diversi modelli, da posizionare all’interno del lettino o quelli con struttura più facili da collocare anche nella stanza dei genitori. Essendo più bassi e meno profondi sono più comodi quando bisogna prendere il bambino e in essi il piccolo si sente più protetto, poiché in questa età preferisce spazi ridotti. Infatti quando era ancora nella pancia della mamma il piccolo era molto rannicchiato e nel lettino potrebbe sentirsi perso.

Immagini:
busetti-garuti.it
ciaobimbo.it
neonati.net
sedie.ws
bimbomarket.it

2 Comments on "Consigli per scegliere il lettino"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. Giovanni scrive:

    Io mi son trovato davvero bene con i lettini della Mibb…la scelta è stata ampissima, tanti modelli, colori e decori diversi.
    Usano materiali di qualità, colori e tessuti atossici e anallergici, e noi davvero non abbiamo mai riscontrato problemi!
    Comuqnue è una scelta che va fatta davvero con grande attenzione….

  2. matteo scrive:

    La cameretta dei bambini é il luogo più delicato della casa. I materiali e i colori che la compongono sono importanti per la salute ed il benessere dei suoi piccoli abitanti.
    Con il tempo e l’usura, le pitture, i legni e i materiali in genere, emettono micropolveri che vengono invisibilmente assorbite dall’organismo. I test di tossicità che rendono a norma i materiali si riferiscono ad uomini maschi adulti del peso di circa 70 Kg. Si capisce facilmente che un bimbo é particolarmente esposto all’eventuale tossicità dei materiali.
    Quando vi parliamo di un arredo ecologico per la cameretta parliamo dell’utilizzo di materiali naturali: legno massello, pitture e cere, pitture murali a base di sostanze vegetali e minerali, pavimento in legno trattato a cera, materassi e tessuti del corredo in fibre naturali.
    Tutti i mobili ecologici vengono costruiti in modo da essere tramandati, tutti i materiali biodegradabili ritornano nel ciclo naturale, il tutto a partire da una visione più sociale della nostra vita.
    I costi dei materiali non sono per nulla superiori ai costi dei materiali di derivazione chimica; vanno considerati innanzitutto un investimento nel tempo e riferiti a tutti i benifici che si hanno in cambio…
    Vi auguriamo di provare il piacere di una scelta diversa, che va ben oltre alle mode e alla fretta…
    Ne vale la pena…

Scrivi un commento