Autocoscienza delle donne, benessere e preparazione al parto

ADV

Il perineo è una gruppo di muscoli, conformato come una coppa all’interno del nostro bacino. Su di esso poggia il peso dei nostri organi interni, e circondati da esso sono la vagina (che è una sorta di sacca piatta, fatta tutta a pieghe e “rughe”, capaci di stendersi alla bisogna) e l’ano. Entrambi internamente (non visibilmente) sono chiusi da muscoli molto particolari, chiamati sfinteri. Gli sfinteri sono muscoli-porta: di forma rotonda, permettono di chiudere un orifizio. Noi abbiamo nel corpo diversi muscoli così conformati, delle più varie dimensioni: lo stomaco, l’occhio, la vagina e l’ano hanno questo in comune, di avere una porta in grado di serrarsi o aprirsi.

La particolarità degli sfinteri è che possono essere controllati volontariamente, ma che rispondono anche a comandi involontari, condizionati dalle emozioni. E’ del resto una cosa che ognuna di noi sa: questa parte del corpo riflette la nostra intimità: se percepiamo paura o rifiuto, la porta si chiude, se percepiamo accoglimento e fiducia, la porta cede e permette il passaggio.

Ognuna di noi conosce questa realtà: ad esempio,  se un rapporto non è desiderato può produrre dolore o fastidio, causato dalla resistenza dei muscoli che si serrano per impedire il passaggio.  Oppure, sappiamo che per la stragrande maggioranza di noi è impossibile liberare gli intestini se si è osservati. Ciò accade perchè questo tipo di sentimenti provoca un’involontaria, e spesso irresistibile, chiusura dei muscoli perineali ed in particolare degli sfinteri.

In preparazione al parto, si rivela utile affrontare questi argomenti. Conoscere il funzionamento di questa area del proprio corpo  è fondamentale per scegliere l’assistenza che desideriamo per il nostro parto. Sapere che la mancanza di intimità o la vergogna possono bloccare l’espansione dei muscoli pelvici, indispensabile per partorire, può spingerci a selezionare strutture ospedaliere che ci garantiscano maggiore privacy, ad esempio, o a ritardare il più possibile il momento del ricovero, affrontando almeno parte di questo processo a casa.  E’ mia ferma convinzione che un’adeguata preparazione delle donne stesse sia il primo passo per richiedere un’assistenza  che lavori “con “ il proprio corpo e non “contro” di esso.

Lunedì 15 marzo a Milano parliamo di autoconsapevolezza corporea  e preparazione al parto attivo. Dalle 19 alle 2030 presso il nido Il Sole di Corso -Magenta 52 (MM2 Cadorna) si terà un incontro informativo, completamente gratuito, dedicato alle donne in gravidanza, ma utile credo a tutte. Partendo dalla conoscenza di sè e del proprio pavimento pelvico, arriveremo ad esplorare le basi del parto attivo.  Per informazioni contattare il numero 0226300666 www.corsipreparto.com

Scrivi un commento