Da 26 agosto 2013 3 Commenti Leggi tutto →

Togliere il pannolino: non è un problema!

ADV

Togliere il pannolino è sempre un momento delicato per un bambino, in quanto lo pone di fronte alla responsabilità di controllare gli sfinteri (i muscoli che chiudono il passaggio delle urine e delle feci). Come tale, va programmato a seconda del carattere e delle possibilità del piccolo senza forzature. Soprattutto, è importante il clima di rassicurazione e di gioco che deve accompagnare questa esperienza.

Il periodo in cui il bambino è pronto a togliere il pannolino va dai 18 ai 24 mesi ma naturalmente se il bimbo necessità di qualche tempo in più è necessario non forzarlo ma attendere i suoi tempi biologici. Per capire quando il momento esatto è arrivato e necessario riuscire a cogliere alcuni segnali che il piccolo ci manda:
capisce che gli scappa la pipì o la popò e riesce a dirtelo un pochino prima che la faccia, oppure semplicemente ti avvisa toccandosi il pannolino;
si sa tirare giù da solo i pantaloncini e le mutandine;
è in grado di capire delle semplici istruzione che gli dà la mamma come ad esempio “portami la palla” eseguendo la richiesta;
– sembra mostrare interesse per il vasino o per il bagno;

Ovviamente, non necessariamente bisogna aspettare che tutti questi punti siano raggiunti, ma se alcuni di questi sono presenti nei comportamenti del vostro piccolo allora forse è arrivato il momento per provare a fargli fare conoscenza con il vasino. Questo è un passaggio naturale nella crescita di ogni bambino e dunque bisogna cercare di fargli vivere la nuova esperienza come fosse un gioco molto divertente.

A questo punto bisognerebbe:
preparare bene il piccolo con una buona opera di convincimento, senza mettergli fretta e magari coinvolgendolo nella scelta del vasino o scegliere un vasino che abbia una forma simpatica, che possa attirare la sua attenzione;
lasciare che giochi pure con il vasino, che gli parli, che ci si sieda sopra e che lo usi anche come se fosse un cappello. Qualsiasi cosa può andare bene purchè impari a prendere confidenza con il nuovo oggetto e a non averne paura;
scegliere il momento giusto, l’ideale sarebbe iniziare durante l’estate. Infatti il piccolo starà spesso all’aperto e sarà più facile fronteggiare ad eventuali “incidenti”;
– i primi giorni cercare di restare il più possibile in casa in modo di creare una routine come ad esempio accompagnarlo al vasino dopo i pasti facendolo sedere senza il pannolino;
– ed infine la sua prima pipì o popò nel vasino meritano sicuramente una telefonata al suo papà, alla nonna e al nonno, alle zie e agli zii!!! Insomma è necessario lodare il bambino magari promettendogli di conservarla per farla vedere al papà al suo rientro dal lavoro. In fondo è qualcosa di speciale che ha fatto lui e come tale va apprezzato da tutta la famiglia.

Ed ecco che arriva la notte! Prima di togliergli del tutto il pannolino durante la notte, bisogna aspettare che passino molte notti di fila, durante le quali il pannolino dovrà restare completamente asciutto. Dunque non mettergli più il pannolino la notte avvisandolo che se deve farla può utilizzare il vasino, che magari è stato lasciato lì accanto al suo lettino o se preferisce usare il water e fare già completamente tutto da solo allora sarà sufficiente lasciare accesa una piccola luce che illuminerà il suo cammino verso il bagno.

Ed in caso di “incidente”? Prima di tutto bisogna restare calmi per evitare di far pensare al piccolo di aver fatto qualcosa di male e di conseguenza mortificarlo. Quindi bisogna cercare di rassicurarlo con un sorriso dicendogli “Non importa vedrai che la prossima volta ci riuscirai”.

Insomma, concludendo, il consiglio è quello di non considerare (come d’altronde bisogna fare per ogni tappa dei propri piccoli) questa fase come un problema, ma di viverla (e farla vivere al piccolo) come una divertente esperienza, munendosi magari di parecchi indumenti per il cambio.

3 Comments on "Togliere il pannolino: non è un problema!"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. lucia scrive:

    la mamà mas felis de el munndo

Scrivi un commento