Da 14 aprile 2009 2 Commenti Leggi tutto →

Bambini e animali: amici per la coda!

ADV

E’ risaputo che i benefici della presenza di un animale domestico sullo sviluppo affettivo del piccolo possono essere notevoli. E se devo essere sincera questo lo noto giornalmente nei miei bambini che convivono in campagna con la presenza di 2 cani e 2 gatti.

E’ vero gli animali richiedono cure ed attenzioni quotidiane e naturalmente quando si pensa alle vacanze loro sono al primo posto nell’ordine dei pensieri. Ma nonostante questo vale sicuramente la pena averli in casa soprattutto quando c’è la presenza di bambini perché i vantaggi psicologici di cui godono i nostri piccoli sono innumerevoli.

Avere un cucciolo sempre pronto a giocare e farsi coccolare, fa sentire il bambino importante ed amato. Potrebbe aiutarlo, ad esempio, a superare la gelosia per un nuovo fratellino. Inoltre imparare ad accudire un animale aumenta nel piccolo il senso di responsabilità.

Tra di loro si instaura un legame di complicità ed infatti quando il mio marmocchietto, inavvertitamente fa qualche dispetto alla cucciola di casa, lei si dimostra molto tollerante perché avverte che non c’è nel piccolo l’intenzione a farle del male.

Anche con l’arrivo della mia seconda marmocchietta, non ci siamo preoccupati della presenza degli animali, nonostante le continue raccomandazioni da parte di familiari. Naturalmente abbiamo preso qualche precauzione in modo che non potesse farle del male anche se, ora che è cresciuta…praticamente sono loro che scappano da lei!!!

Ma particolare cautela bisogna avere con gli animali sconosciuti tipo quelli che appartengono ad altre persone ma soprattutto i randagi, visti i terribili casi di cronaca degli ultimi periodi. Bisognerà limitare la naturale fiducia che i bambini nutrono nei loro confronti spiegando che ci sono degli animali non abituati a vivere con i bambini, altri addestrati a fare la guardia ed altri incattiviti perché abbandonati o maltrattati e che, se si sentissero in pericolo, potrebbero mordere o graffiare in senso di difesa.

Il Ministero della Salute ha realizzato un opuscolo coloratissimo da far leggere ai bambini dove spiega alcuni semplici consigli per imparare a comunicare con gli animali diventando loro amici.

Insomma un cane o un gatto sono compagni ideali per un bambino. Lo aiutano a superare le paure, a crescere sicuro e soprattutto a dare affetto. Non neghiamogli la loro compagnia insegnandogli a rispettarli.

E voi avete animali in casa? Cosa ne pensate?

Immagine
valentinapisano83.spaces.live.com

2 Comments on "Bambini e animali: amici per la coda!"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. Sofia scrive:

    Noi abbiamo un cane, ma essendo di grossa taglia (pastore maremmano) lo teniamo in giardino. E’ buonissimo con noi della famiglia, ma molto aggressivo con gli estranei e dobbiamo stare attenti quando abbiamo ospiti.
    I bambini sono felicissimi di giocare con lui perché si lascia sempre fare tutto, tranne lasciarsi cavalcare.

  2. Alessia scrive:

    Grazie Paola per questo bel post 🙂
    Noi abbiamo cani, gatti e caprette tibetane (ovviamente in giaridno) e siamo assolutamente d’accordo con te! non conoscevo lopuscolo ed ora me lo vado a leggere, grazie ancora!

Scrivi un commento