Bambini e cibo: il manifesto dei diritti alimentari

ADV

Di come sia importante per la crescita dei bambini una corretta educazione alimentare ne abbiamo parlato spesso. Insegnare ai bambini a mangiare bene, a conoscere i cibi e a gustarne le diversità fa bene sia ai piccoli che all’intera famiglia, che si adegua a uno stile di vita sano ed equilibrato.

Può inizialmente sembrare una fatica, l’ennesimo aspetto nella crescita dei figli da tenere presente, da incastrare tra le tante incombenze della vita. In realtà, se pensato come parte integrante del benessere di ognuno, un approccio consapevole e corretto al cibo diventa un modo per raggiungere anche noi adulti quella serenità nei confronti di ciò che mangiamo che spesso manca. Siamo sempre in bilico tra diete e pranzi frettolosi, tra necessità di cose genuine e cibo precotto, che ci permette di eliminare in fretta e senza fatica il problema cena….

Per focalizzare l’attenzione di mamme e papà sull’argomento alimentazione, Milanoperibambini ha redatto un manifesto dei diritti alimentari. Diritti rivolti non solo ai bambini, ma alla loro famglia. Noi di Blogmamma sottoscriviamo in pieno questa iniziativa e ve ne mostriamo i passaggi.

Eccoli:

  • DIRITTO AD UN PASTO SANO, che sia commisurato all’età e alle esigenze del bambino
  • DIRITTO ALLA CONVIVIALITA’: quante volte si mangia con il televisore acceso, gli adulti pensano ad altro e i piccoli diventano insopportabilmente agitati? A tavola è bello trovarsi a chiaccherare, ad ascoltarsi. Il tempo di pranzo e cena è prezioso, non perdiamo questa occasione!
  • DIRITTO AD UN AMPIO VENTAGLIO ALIMENTARE: ovvero a poter provare cibi e gusti diversi, dentro la libertà di poter rifiutare quelli che, dopo che sono stati testati, proprio non piacciono.
  • DIRITTO DI ACCESSO ALLA CULTURA DEL CIBO: anche i piccoli possono imparare, con l’esperienza diretta, come è fatto un pesce, dove nascono i pomodori e che, magari, il riso che mangiano i cinesi è diverso da quello che si usa per il risotto alla milanese.
  • DIRITTO A UNA CUCINA SICURA. Per i più piccoli è fondamentale: utensili pericolosi posti lontano dalla portata dei bimbi, arredi a misura loro, di modo che si possano trascorrere in cucina ore liete senza pericoli. E, in termini di conservazione di alimenti, niente rischi.
  • DIRITTO AD AVERE GUIDE RESPONSABILI, ovvero adulti che responsabilmente si prendano a cuore la corretta alimentazione delle nuove generazioni, a tutti i livelli, da chi gestisce le mense scolastiche a mamme, papà e nonni che quotidianamente preparano da mangiare
  • DIRITTO AL RISPETTO DELLE DIVERSITA’. In una società in cui si stanno diffondendo allergie e intolleranze alimentari è bene che i piccoli che ne sono affetti non si sentano esclusi, durante i pranzi a scuola così come nella vita con gli amici.
  • DIRITTO A INFORMAZIONI VERITIERE SUL CIBO, da parte della famiglia, certo, ma anche da parte di chi il cibo lo tratta: ristoratori, industrie alimentari in primis.

Che ne dite, mancava un manifesto di questo genere, vero? La sua importanza è fondamentale in primo luogo per accrescere in noi la coscienza che tutti abbiamo bisogno di un’educazione alimentare corretta. Sottoscrivetelo anche voi e diffondetelo!

Fonte Immagini:
tescorealfood.com
topnews.in
grurbanleague.org
jellybabys.co.uk
iamnoexpert.wordpress.com

Scrivi un commento