I bambini italiani sempre più sedentari

ADV

Sport-bambini

I bambini italiani sono sempre più sedentari. Fanno sempre meno sport.

Il loro stile di vita si sta modificando. Una fotografia per niente dinamica e molto triste quella che emerge dalla ricerca su “Lo stile di vita dei bambini e dei ragazzi” realizzata da Ipsos per Save the Children e Mondelez International Foundation.

Alcuni dati

La ricerca evidenzia come i bambini passino buona parte del loro tempo libero in casa, lontani non solo dalle pratiche sportive ma anche dai loro coetanei. Minori dediti ad attività isolanti come guardare la televisione per oltre 3 ore al giorno e giocare ai videogames per buona parte dei loro pomeriggi.

1 minore su 4 non fa sport nel tempo libero e il 73% passa il proprio tempo libero a casa.

Un quarto circa dei bambini e adolescenti italiani  – pari al 23% (+2% rispetto al 2012) – non fa alcuna attività motoria nel tempo libero. Tra le cause dell’inattività  – secondo il 35% di genitori intervistati – la mancanza di voglia e di interesse da  parte dei bambini e ragazzi, ma anche il costo eccessivo delle strutture,  per il 28% di madri e padri, con un aumento del 13% rispetto al 2012.

La crisi porta le famiglie italiane a risparmiare e a destinare una quota sempre più bassa di reddito alle attività sportive,

Manca la cultura dello sport

Un dato molto interessante è che manca tra la maggioranza dei ragazzi e delle loro famiglie il valore dello sport. Alla domanda “Tra i tuoi amici e compagni come viene considerato uno che pratica sport, fa attività fisica?”, il 39% (+7% rispetto al 2012)  ha risposto che non ne parlano mai  assegnando uno scarso valore al movimento e alle discipline sportive.

Per fare movimento basta avere un pallone e un cortile. Uscire a fare una passeggiata o un giro in bicicletta. Ballare. Farsi una corsa. Due salti con la corda.

Pronti, Partenza, Via!

Per incentivare la pratica sportiva da 3 anni  Save the Children e Mondelez International Foundation, in partnership con Centro Sportivo Italiano (CSI) e Unione Italiana Sport Per tutti (UISP) hanno avviato nelle zone periferiche di 10 città italiane: Milano, Torino, Genova, Napoli, Catania, Sassari, Palermo, Bari, Ancona, Aprilia, il progetto “Pronti, Partenza, Via!” a cui hanno partecipato sinora oltre 70.000 minori. Un progetto che proseguirà anche quest’anno e che sta permettendo di portare lo sport ovunque. Anche in quelle aree che complice la crisi e il degrado di solito ne sono escluse.

Sovrappeso e obesità

L’obesità minorile in Italia è un problema reale. Più di un terzo dei bambini italiani è sovrappeso. C’è bisogno di interventi che aiutino le famiglie ad alimentarsi bene. La salute, non ci stancheremo mai di ribadirlo comincia a tavola. L’assenza di movimento e le cattive abitudini alimentari vanno a braccetto.

Cambiare lo stile di vita di tutta la famiglia

Il progetto  “Pronti, Partenza, Via!” cerca di informare e coinvolgere non solo i bambini ma tutti i soggetti coinvolti genitori, insegnanti e operatori del settore per promuovere stili di vita più salutari, attraverso l’apertura di punti informativi dove le famiglie possono incontrare nutrizionisti e pediatri con cui intreprendere un percorso verso il benessere e la salute di tutto il nucleo familiare.

Affinchè i bambini si muovano di più occorre che cambi la propensione al movimento quotidiano di tutta la famiglia. Camminare anzichè prendere l’auto, fare le scale anzichè usare l’ascensore, fare la colazione tutti insieme e così via. Piccoli gesti quotidiani che migliorano la qualità della vita di tutti!

Lo sport fa bene

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha evidenziato che l’attività fisica nei bambini contribuisce allo sviluppo di tessuti muscolo-scheletrici, del sistema cardiovascolare ed endocrino-metabolico e aiuta coordinazione, capacità di controllo dei movimenti e consente di mantenere il giusto peso.

Il movimento, infatti, non è solo pratica sportiva, ma soprattutto per i bambini è gioco, socializzazione ed espressione.

Zumba KidsScegliere lo sport giusto per ogni bambino non è facile ma deve tenere in considerazione le attitudini e i gusti dei vostri figli. E se i vostri bambini sono restii al movimento, se non amano indossare scarpe da ginnastica e tute, meno che mai abbigliamento tecnico provate il nuovo Zumba Kids, un programma di allenamento divertente pensato proprio per i ragazzi dai 4 agli 11 anni, per migliorare la coordinazione e accrescere l’autostima.

 

 

 

Presentiamo una selezione delle fotografie scattate da Francesco Alesi con cui è stata allestita la mostra fotografica “Pronti, Partenza, Via!”. Le foto ritraggono le strutture sportive, educative o gli spazi cittadini recuperati o riqualificati  e i  ritratti dei bambini che hanno partecipato a questi 3 anni al progetto.

 

 

Scrivi un commento