Bambini: perché camminare scalzi gli fa bene

Camminare_scalzi-3

L’estate è la stagione in cui camminare scalzi è consentito.

A grandi e a piccini. Vuoi per il clima favorevole. Vuoi per i contesti. Spiaggia, prati, pavimenti…

Ma camminare a piedi nudi oltre che essere un piacere fa anche bene.

Scopriamone insieme i benefici.

Piedi: macchina sensoriale

Il piede è un complesso sistema in equilibrio. Si tratta infatti dell’organo propriocettivo per eccellenza.

La propriocettività non è altro che la capacità di elaborare le informazioni di movimento proprie del nostro organismo attraverso l’ascolto degli stimoli sensoriali. Il piede per sorreggerci interagisce con l’ambiente attraverso l’esperienza e la ricezione di stimoli sensoriali. Dal tallone, alle dita. Sino ai muscoli lombricali del piede.

Camminare_scalzi

Scalzi alla scoperta del mondo

I neonati imparano a conoscere il mondo proprio con i piedi.

Avete notato come passano il tempo a toccarseli. Muovendoli e osservandoli con attenzione estrema.

E man mano che crescono per loro è naturale non voler indossare calzature. Ma quasi tutti amano camminare scalzi. A stretto contatto con l’ambiente in cui vivono.

Dove camminare scalzi in sicurezza

Sicuramente ci sono delle condizioni in cui camminare scalzi può essere solo un beneficio per i bambini. E anche per gli adulti (senza particolari problemi motori)

Camminare sui terreni propriocettivi come:

  • erba
  • terra
  • sabbia

permette  di potenziare i muscoli della gamba. I terreni che cedono infatti favoriscono il corretto sviluppo del piede.

Camminare_scalzi-2

Camminare scalzi in casa

I bambini possono camminare in casa scalzi.

Soprattutto in questa stagione se vivono le scarpe come una forzatura non è necessario forzarli ad indossarle.

 

Articoli consigliati

Scrivi un commento