Belle scoperte! In vacanza tra Romagna e Marche

ADV

Romagna Marche

Questa estate la Romagna e le Marche hanno deciso di presentare insieme la propria offerta turistica.

Belle scoperte! è un progetto di comunicazione che racconta arte, storia, cultura, avventura, scienze, natura e divertimento, della Romagna e delle Marche per permettere ai visitatori, in particolare le famiglie con i bambini di godere a pieno delle bellezze e delle attrazioni di queste due regioni.

Belle-scoperte-Romagna-Marche

Chi ha aderito a Belle Scoperte!

La proposta di Romagna e Marche è molto particolare. Si tratta di un nuovo modo di vivere il turismo. L’invito è infatti a scoprire queste due Regioni, attraverso i loro territori di confine muovendosi prevalentemente a piedi.

Il turista tipo di Belle Scoperte! è armato di zainetto, scarpe comode e macchina fotografica (o smartphone).

Hanno aderito al sistema Belle Scoperte il Museo del Balì a Saltara, la Rocca di MondavioCarpegna Park e Gradara  nella Provincia di Rimini,   San Leo e i quattro parchi romagnoli del Gruppo Costa – Parchi Edutainment:  Aquafan e Oltremare a Riccione, Acquario di Cattolica e  Italia in Miniatura di Rimini.

Visto che dei parchi abbiamo già parlato in questo post ci concentriamo sulle bellezze architettoniche e storiche.

Romagna Marche

Il Museo del Bali

Si tratta di un Science-Center progettato secondo la tradizione dell’Exploratorium di San Francisco, ospitato in una bellissima villa settecentesca. Il museo si trova in provincia di Pesaro e Urbino. Qui ciascun visitatore può addentrarsi in autonomia, sperimentare in prima persona le 40 postazioni interattive, approfondire fenomeni scientifici e cimentarsi con piccoli esperimenti, dall’osservazione delle stelle all’interno del planetario o a quella dei pianeti nell’osservatorio astronomico.

La Rocca di Mondavio

Si tratta di un capolavoro assoluto dell’architettura militare rinascimentale sempre in provincia di Pesaro Urbino. Racchiusa dalla possente cinta muraria, resa celebre dalla maestosa Rocca Roveresca, edificata fra il 1482 e 1492 per volontà di Giovanni Della Rovere, genero di Federico di Montefeltro, su progetto del celebre architetto Francesco Di Giorgio Martini. L’intero complesso della Rocca diventa in agosto lo straordinario e suggestivo palcoscenico per gli spettacoli allestiti in occasione della rievocazione storica  dell’ antica “Caccia al Cinghiale”. 

Gradara

Si tratta di una fortezza che si erge tra le sue antiche mura merlate, pensate fu il Castello di Paolo e Francesca. Qui potrete scoprire la loro appassionata vicenda d’amore declamata anche da Dante.

Carpegna Park

Tra le splendide montagne che circondano il parco naturale di  Carpegna al Passo Cantoniera, un meraviglioso bosco è la suggestiva cornice del parco avventura. Emozioni e  bellezza all’ aria aperta dove cimentarsi nel tarzaning, il nuovo sport che ha appassiona migliaia di persone e che permette di giocare e arrampicarsi sugli alberi in totale sicurezza.

San Leo

Le sue origini si perdono già all’ epoca delle guerre tra i Goti e i Bizantini (VI secolo) fu costantemente oggetto di contesa fino al 1441, con la conquista da  parte di Federico da Montefeltro. Il suo possente apparato difensivo ideato da Francesco di Giorgio Martini, ricorda un prolungamento del masso che lo sostiene.

Per maggiori informazioni Belle Scoperte! 

 

 

Articoli consigliati

Scrivi un commento