Best Food Generation: la tribù dell’Expo

ADV

Come stiamo crescendo le generazioni future? Saranno attente alla loro salute e all’ambiente? Lo potremo affermare soltanto se riusciremo ad educare i bambini e i ragazzi ad avere un’alimentazione e uno stile di vita sani ed equilibrati. Che i nostri ragazzi imparino a nutrirsi non solo di dolci e junk food, ma anche di frutta e verdura, di pesce e legumi, per esempio, è molto importante per la loro salute. Che anzichè passare le ore davanti alla televisione, sgranocchiando magari una merendina, le trascorrano giocando a pallone è altrettanto fondamentale.Educazione al gusto, alla corretta alimentazione, all’attenzione verso l’ambiente: ecco ciò che si prefigge Best Food Generation, un progetto nato dalla partnership tra Exo 2015 e Rio Mare e presentato di recente  all’Acquario di Milano in una tavola rotonda  animata sia dai curatori e dagli sponsor del progetto che da mamme  (ero presente anche io come mamma redattrice di Blogmamma!) e bambini di alcune scuole di Milano.

I bambini di oggi sono a forte rischio obesità: dai dati dell’ultimo rapporto dell’Ocse sul tema emerge che in Italia un bambino di otto anni su tre è obeso o sovrappeso. Ecco perchè è molto importante favorire il corretto alimentarsi nei bambini e la scuola deve avere un ruolo di supporto alle famiglie nell’educare le nuove generazioni alla sana alimentazione e ad un corretto stile di vita. Sono poche, però, le scuole che lo hanno già fatto. Ecco perchè un progetto come Best Food Generation diventa uno strumento utilissimo!

Sviluppato e realizzato in collaborazione con il prof. Michele Carruba – uno dei massimi esperti di nutrizione in Italia – e con lo psicanalista e scrittore per bambini Luigi Ballerini, il progetto didattico declinerà il tema centrale della nutrizione responsabile nelle 4 aree tematiche, una per ogni anno scolastico, chiamando le classi a realizzare dei lavori creativi relativi al tema in corso. I lavori saranno poi giudicati da una commissione che eleggerà ogni anno la classe vincitrice, permettendo così alla scuola di appartenenza di vincere un premio.

Best Food Generation, la tribù dell’expo culminerà proprio nel 2015 con tantissime iniziative aperte ai bimbi e alle loro famiglie, ma nel frattempo cominciamo tutti, famiglie e scuola a educare i nostri figli alla buona alimentazione! Buon appetito 🙂

Fonte:

riomare.it

1 Comment on "Best Food Generation: la tribù dell’Expo"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. Rosalba scrive:

    Buongiorno!
    Sono la mamma di Davide, 9 anni. Sono molto contenta che si parli sempre più spesso di educare i figli ad una sana alimentazione. Quello che mangiano oggi, inciderà sul loro benessere futuro, per questo noi mamme dobbiamo fare il possibile per indirizzarli ad una corretta alimentazione. Consiglio a tutte le donne come me di abitaure i bambini a mangiare frutta e verdura cercando di coinvolgerli nella loro preparazione e giocando sull’uso dei colori. Consiglio poi il gelato come merenda (al posto di focaccine e pizzette), è un alimento sano che accontenta sia le mamme che i bimbi. Attenzione però a quello che scegliete, perchè non tutti sono uguali! Davide è entusiasta di quello de Le Botteghe di Leonardo (noi abitiamo a Milano ma c’è anche a Firenze e ad Altedo)perchè è buonissimo e genuino, privo di coloranti e conservanti. Io sono tranquilla perchè so che gli fa solo bene e per le sue feste di compleanno preferisco ordinare una bella vaschetta con tanti gusti piuttosto che proporre le solite schifezze che fanno male. I bambini sono contenti (e deliziati) e noi mamme siamo tranquille 😉
    A presto! Rosalba

Scrivi un commento