Bijoux fai da te: strumenti e materiali per creare gioielli

ADV

Lunghe collane che valorizzano tubini e t-shirt, bracciali pieni di charms, anelli appariscenti pieni di perline, la moda dei bijoux fai da te continua ad essere molto diffusa. In ogni mercatino dell’artigianato e dell’hobbistica troverete esposizioni di collane di ogni foggia e avrete sicuramente qualche amica o conoscente che vi mostra orgogliosa la propria creazione.

Volete anche voi intraprendere questa attività? Sono  numerosissime le tecniche per imparare a creare gioielli con le proprie mani e diversissime le pubblicazioni a riguardo. Come al solito, in edicola troverete sicuramente riviste con schemi, idee e spiegazioni per cominciare a creare, in libreria avrete ampia scelta di volumi a tema e sul web basterà digitare le parole chiave adatte per imparare le basi.

Io oggi vorrei parlarvi di ciò che serve per cominciare: strumenti e materiali.

Per realizzare gioielli, servono due tipi di pinze:

  • una a punte piatte che serve per schiacciare, ma anche per estrarre il filo da un foro
  • una a punte tonde, utile per lavorare il filo di metallo, come creare le asole e gli anellini dei charms

Saranno anche necessari un tronchesino, per tagliare il filo di metallo, delle forbici, utili a diversi scopi e degli aghi per infilare le perle.

Nei negozi specializzati o nelle mercerie più fornite troverete la cosiddetta  minuteria, ovvero l’insieme di quei piccoli oggetti di metallo che servono per creare un gioiello, dagli schiaccini, piccole palline di metallo da schiacciare con le pinze per fermare le perle, agli anellini, ai moschettoni di chiusura. Se vorrete cimentarvi in orecchini dovrete anche procurarvi delle monachelle, dei chiodini o delle “farfalline”.

Per collane e braccialetti, dovrete anche decidere cosa usare, se cordoncini di cotone cerato o di raso, fettucce di alcantara, nastri di organza, spago, filo di metallo, filo di nylon o anche delle catene già confezionate.

E veniamo ai materiali. Potrete scegliere tra perle e perline di vetro, cristalli swarovskj, perle di porcellana o di carta pesta o ancora di feltro, pietre dure e pietre semipreziose, piccoli oggetti di metallo, ambra, perle coltivate o di fiume, corallo e madreperla.

Se non sapete dove comprare il materiale, provate a fare un giro su questo sito, troverete tutto ciò che occorre in vendita e tantissime indicazioni per imparare.

Ecco vi siete procurati tutto? Largo alla fantasia e … appuntamento alla prossima lezione!

Fonte:

HobbyPerline.it

Postato in: Lifestyle, Moda
Tags: ,

Scrivi un commento