Bimbi in vacanza: costruiamo un aquilone

ADV

Continuo la mia serie di articoli su come non perdere la testa con i bambini in vacanza e oggi vi racconto come costruire insieme un aquilone, magari in una di quelle giornate di pioggia in cui non si sa proprio come far passare il tempo, per poi farlo volare in spiaggia, in una giornata ventosa. Perché gli aquiloni che si comprano sono davvero bellissimi e colorati ma la soddisfazione ed il piacere di farne volare uno costruito con le proprie mani non ha prezzo, soprattutto per i piccoli.

I materiali sono semplicissimi, si può costruire un aquilone classico come quello che vi spiego oggi, oppure modelli più sofisticati come quelli che potete trovare sul sito aquilone.it

  • spago sottile, robusto e leggero, per la briglia
  • 1 foglio di carta spessa piuttosto grande oppure plastica riciclata come quella dei sacchetti robusti (100 x 70 cm.)
  • 2 bastoncini in legno leggero o bambù, proporzionati con le misure del foglio di carta
  • carta crespa, per le code
  • colori a piacere per decorare l’aquilone
  • colla a caldo

I due bastoncini, che saranno uno più lungo ed uno più corto, ad esempio  60 x 90 cm, devono essere fissati a croce con lo spago e della colla a caldo, bisogna fare in modo che siano fissati perfettamente perché questa è l’ossatura dell’aquilone.

Per fare il primo pezzo della briglia si devono unire i due estremi del bastoncino orizzontale e poi anche quelli del bastoncino verticale annodando il tutto, per questo i bastoncini in bambù sono perfetti perché lo spago può essere passato all’interno senza ulteriori forature, che in vacanza sono un po’ difficili da fare!

Passato lo spago intorno ed annodato sotto la croce di bastoni, abbiamo terminato il telaio e possiamo passare alla decorazione.

La carta o la plastica devono essere tagliate a forma di rombo e devono sporgere leggermente dalle bacchette del telaio, in questo modo possiamo fissare con la colla in vari punti il foglio a forma di rombo sulle bacchette, potete usare anche del nastro adesivo robusto per questa operazione.

Le ultime operazioni sono annodare la briglia allo spago annodato sotto al telaio (la briglia dovrà essere lunga almeno 40-60 metri ed arrotolata su un pezzo di legno o di plastica), decorare il dorso dell’aquilone e attaccare le code di carta crespa.

Scommetto che per la decorazione i vostri bambini non avranno bisogno di grandi spiegazioni per creare un capolavoro 😉

Per trovare ulteriori informazioni su come costruire aquiloni e su come farli volare vi rimando a Costruiamo un aquilone su Nine Months, su Lifegate e il blog degli aquiloni.

Scrivi un commento