Calcolare giorni fertili: stick ovulazione

ADV

Nella ricerca di una gravidanza può essere d’aiuto l’utilizzo degli stick ovulazione, già dal un bel po’ in commercio per individuare i giorni  più fertili; i test di ovulazione sono affidabili fino al 99%, permettendo di evidenziare i due giorni più fertili dell’ovulazione e quindi una maggiore  probabilità di rimanere incinta.

Se si ha un ciclo regolare di 28 giorni generalmente il giorno di massima fertilità corrisponde al quattordicesimo ma, per essere sicure già a partire dall’undicesimo giorno si può utilizzare il test di ovulazione.

I test rivelano il picco dell’LH, un ormone sempre presente nell’urina, che subisce un  evidente innalzamento della concentrazione 24-36 ore prima che avvenga l’ovulazione.
La confezione del test contiene degli stick sigillati monouso: trovate anche le indicazioni per un corretto utilizzo ad ogni modo è piuttosto semplice: ogni stick è coperto da un cappuccio protettivo che va rimosso posto sotto il flusso di urina per qualche secondo (o si immerge in un contenitore asciutto dove si è raccolta l’urina e si lascia per circa venti secondi), si rimette il cappuccio e si legge il responso tra i tre e i dieci minuti successivi.

Nella finestra dello stick appaiono sempre due linee: quella indicata dalla freccia identifica il risultato, l’altra è la linea di controllo. Se la linea di controllo è più intensa del risultato non c’è ovulazione imminente, il test va ripetuto il giorno dopo. E’ consigliabile eseguire il test sempre alla stessa ora e dopo almeno quattro ore senza aver urinato.

Se il ciclo mestruale  è irregolare sarebbe più sicuro calcolare approssimativamente la lunghezza del proprio ciclo ed iniziare i test alcuni giorni prima dell’attesa ovulazione.

Immagini:
tuttomamma.com
leonardosalute.it

Scrivi un commento