Cambiamenti in gravidanza: come cambia il corpo!

ADV

Aspettare un bambino è un evento tanto straordinario quanto naturale che comporta grandi cambiamenti nella vita di ogni donna. Tralasciando le modificazioni dell’animo e i noti sbalzi d’umore in questo post ci soffermiamo soprattutto su come si modifica il corpo quando si è in attesa.

L’aumento del peso corporeo è quasi una costante  automatica in gravidanza,  influenzata non solo dal peso del feto, della placenta, del liquido amniotico e dell’utero (che complessivamente arrivano a circa 6 kg), ma anche da una conseguente  ritenzione di liquidi e del deposito di grassi nei tessuti. Questo avviene già nelle prime fasi della gravidanza, quando il feto pesa solo pochi grammi.

Tuttavia l’aumento di peso non è uguale per tutte, in alcuni casi nelle donne che hanno sintomi di nausea e vomito nel primo trimestre il peso può diminuire ed aumentare a sintomi finiti di 3/4 chili in un solo mese. E’ consigliabile non superare i 12 chili, perché un aumento di peso eccessivo comporta maggiori disturbi e complicazioni, come gestosi, diabete e in alcuni casi parto pretermine. Superfluo ricordare di mantenere una dieta bilanciata, eliminando i dolci, limitandoi farinacei e i grassi.

Nel corso della gravidanza l’utero aumenta di circa 700/1000 volte il volume, normalmente è lungo circa 7 cm a fine gravidanza raggiunge 33 cm. Aumenta l’afflusso di sangue nella zona pelvica determinando una colorazione bluastra delle mucose genitali e si ha un aumento delle secrezione vaginali.

Anche i seni aumentano di volume, già dal Iº mese di gravidanza e per effetto degli estrogeni nel sangue le vene sottocutanee si dilatano e sono più visibili. Di solito il seno diventa più sensibile e dolente, i capezzoli e l’areola diventano più grossi e più scuri e compaiono piccoli rilievi (tubercoli di Montgomery), causati dall’aumento di volume delle ghiandole sebacee, è può capitare che già dal 2/3º mese ci sia una secrezione di un liquido giallognolo, il colostro.

In molte donne, in particolare quelle con capelli scuri, dal 4º mese compaiono zone di maggiore pigmentazione della pelle (il cosidetto cloasma gravidico), su fronte, zigomi e naso. Inoltre sull’addome può comparire una linea scura che va dal pube all’ombelico (linea nigra) che tende a scomparire nel giro di qualche mese dopo il parto. Si aggiunge inoltre, una maggiore crescita di unghie e capelli.

Durante la gravidanza l’aumento del volume del sangue sottopone il cuore ad un super lavoro per questo a volte si avvertono palpitazioni e  ci si sente affaticate. La pressione arteriosa subisce delle variazioni, sdraiate i valori scendono per compressione dell’utero sulla vena cava e sull’aorta. Invece l’aumento della pressione venosa, nelle persone predisposte, coinvolge le gambe ed il retto, causando edemi, varici ed emorroidi.

L’apparato digerente è messo a dura prova dagli ormoni e dalla crescita dell’utero. Vi è un aumento della salivazione, un rallentamento del transito intestinale quindi una digestione più lenta e l’insorgenza della stitichezza. Anche il sistema nervoso centrale  è influenzato dal grande cambiamento: nel primo trimestre sono più frequenti l’ansia e la depressione, sentimenti che tendono ad attenuarsi e poi a scomparire.

1 Comment on "Cambiamenti in gravidanza: come cambia il corpo!"

Trackback | Commenti RSS Feed

Scrivi un commento