Capodanno: come passarlo coi bambini

ADV

E’ il 30, suona il telefono e la baby sitter vi annuncia che causa influenza non potrà venire a tenere i vostri figli per la sera di Capodanno. Avete deciso di ospitare un po’ di amici a casa vostra e improvvisamente vi chiamano dicendo che non possono più venire, non sanno a chi lasciare i figli! Non disperate! Se ci tenete a passare qualche ora in compagnia e serenità, sappiate che potete farlo anche con i figli al seguito.

Ognuno sa come comportarsi con i propri bambini e sa anche che se la sua unica preoccupazione è che vadano a letto non più tardi delle 21, allora forse è meglio che rimanga a casa, ma per i resto le soluzioni sono tantissime.

Sono anni che organizzo cenoni di Capodanno a casa mia e fin da quando i figli delle mie amiche erano piccoli, siamo riusciti a passare serate piacevoli senza che i bimbi le condizionassero troppo.

Come organizzarsi? Portatevi l’occorrente con pappe e latte, non abbiate timore a chiedere alla padrona di casa di poter scaldare il tutto e di trovare un angolo tranquillo per nutrire i bimbi. Partite con una borsa con dentro il cambio (ovvio, più di un pannolino!) e il pigiama.

Questo vale anche per i più grandicelli, è facile che si addormentino, anche solo in macchina al rientro, e il non doversi cambiare una volta arrivati a casa è un gran vantaggio! Portate anche qualche giochino a cui è legato il bimbo e magari un dvd che gli piace, potrete chiedere a chi vi ospita se può guardarlo.

Io ho avuto anche amiche organizzatissime che sono arrivate con tanto di lettino da campeggio che hanno montato in camera da letto….

Per i più piccoli, non dimenticate le radioline. Io ospito gli amici in taverna, ho sempre a disposizione delle radioline per i piccoli che dormono nelle camere, due piani più su!

Se siete voi, come me, a ricevere gli amici, cominciate a pensare ad avere a disposizione qualcosa di mangereccio per i più affamati che non riescono ad attendere i tempi di un cenone: bastano dei panini di prosciutto, una pasta al pomodoro, qualche patatina e dei wusrtel per i più grandi.

Se siete in tanti, una soluzione potrebbe proprio essere quella di far mangiare prima i bimbi e poi gli adulti. E  mentre gli adulti mangiano, i bimbi cosa fanno?

Tenete sempre presente quello che sicuramente avrete sperimentato, ovvero che i bambini si neutralizzano tra di loro, in compagnia diventano meno molesti! A casa mia i figli dei miei amici, quelli che hanno l’età dei miei, salgono con loro nelle camere a giocare.

I più piccoli rimangono con gli adulti, io stendo un tappeto e loro si divertono con alcuni dei giochi di quando i miei erano  piccoli, che ho tenuto proprio per gli ospiti.

Per esperienza vi dico che spesso bastano una sacca con animaletti e macchinine (noi la portavamo sempre dietro quando andavamo al ristorante) e fogli e pastelli per colorare e disegnare.

Quando l’ora si fa tarda e i bimbi non hanno più voglia di giocare, a casa mia si guarda un cartone. La difficoltà ora sta nel dover scegliere qualcosa che vada bene sia per i più grandicelli che per i più piccoli, ma una volta che troverete il film giusto, create l’ambiente cinema: divano e cuscini, copertine e buio. I più piccoli e assonnati si addormenteranno di certo! Ecco perchè è meglio prepararli prima: pipì, denti e pigiama per tutti e mentre i grandi brindano in allegria per i piccoli il relax è assicurato!

Che, ne dite si può fare? Buon fine anno a tutti!

Fonte:

ristorantealcorsica.it

triaena.it

southernliving.com

iderreces.edeu.ms

Postato in: Casa, Feste, Lifestyle, Natale

Scrivi un commento