Carta dei Valori dello Sport: cambiare il mondo si può

ADV

Manca un mese all’apertura dei Giochi Olimpici di Londra 2012, e per celebrare le mamme dei nostri atleti,P&G (partner globale dei Giochi Olimpici) aveva organizzato il primo incontro di scambio e confronto tra queste donne straordinarie, Noi mamme per lo sport, nell’ambito della campagna Grazie di cuore, mamma. L’obiettivo era però anche quello di lanciare un messaggio a tutte le mamme italiane sull’importanza dei valori dello sport come mezzo per cambiare il mondo.

Attraverso la condivisione delle esperienze, delle emozioni e dei pensieri delle 11 mamme intervistate di campioni olimpici, olimpionici e di alto livello agonistico, è stata redatta la Carta dei Valori dello Sport: una fonte di riflessione e ispirazione non solo per l’attività sportiva in sé ma anche per la nostra vita, attraverso la quale costruire un mondo migliore.

  1. Passione e divertimento. Gli atleti esprimono in modo naturale la propria vocazione, traendo piacere e gioia di vivere dall’impresa che stanno compiendo.
  2. Costanza e disciplina. Il rigore dell’impegno quotidiano, giorno dopo giorno, è il metodo che affina la volontà e realizza la vocazione.
  3. Miglioramento progressivo. Quando nulla è mai dato per acquisito, la fonte di gratificazione personale e riconoscimento sociale si misura sul miglioramento progressivo.
  4. Affrontare le difficoltà. La sconfitta è parte integrante del gioco sportivo: accettarla, e integrare nella vita quotidiana le difficoltà, aiuta a rinascere più forti.
  5. Rispetto a 360°. Le regole, la gara, l’avversario e persino se stessi, spingono gli atleti a un rispetto integrale che va oltre lo sport.
  6. Team e capacità relazionale. Il gioco sportivo rafforza lo spirito di gruppo e il carattere del singolo, governando con empatia l’intero sistema di relazioni.
  7. Attitudine alla performance. La focalizzazione sull’obiettivo da raggiungere è cruciale: ogni giorno permette una conquista, fino ad arrivare all’oro olimpico.
  8. Sfidare i limiti. La sfida della crescita infinita spinge a superare i limiti propri e della realtà, verso un obiettivo “utopico” sempre presente nella mente.
  9. Equilibrio Corpo-Mente. Allenare il corpo e allenare la volontà: si impara a trovare il proprio equilibrio vitale, tra forza e concentrazione.
  10. Energia e Benessere Vitale. Dalla passione alla gioia del gioco fino al successo e all’autorealizzazione: lo sport convoglia e mette in circolo l’energia vitale.

Non dimentichiamoci che dietro a un grande atleta c’è sempre una mamma straordinaria, pronta a sostenerlo, a sacrificarsi e a emozionarsi con lui, e che dietro una vittoria c’è il supporto e l’affetto di tutta una famiglia.

Scrivi un commento