Cause e rimedi per il singhiozzo nel neonato

ADV

Singhiozzo_nel_neonato

Il singhiozzo nel neonato è un fenomeno piuttosto comune.

Non occorre allarmarsi. Nemmeno quando il singhiozzo si verifica nel pancione della mamma.

Infatti già durante la vita prenatale il feto può singhiozzare a causa dell’immaturità del sistema di coordinamento dell’apparato gastrointestinale.

Il singhiozzo comunque non implica alcuna conseguenza per la salute del bambino e in ogni caso la frequenza dei singhiozzi si ridurrà sensibilmente con la crescita.

Cause

Il singhiozzo è un fenomeno naturale e molto frequente nei neonati.

Si tratta di una contrazione improvvisa, involontaria e ripetuta del diaframma, cioè il muscolo che divide gli organi del torace da quelli dell’addome e che svolge il ruolo di regolare la respirazione contraendosi quando si inspira e dilatandosi mentre si espira.

Il singhiozzo nel neonato è causato prevalentemente dall’immaturità del sistema di coordinamento dei riflessi dell’apparato gastrointestinale tipica dei primi mesi di vita.

Ma può essere provocato anche da:

  • da sbalzi di temperatura;

  • ingerimento di aria mentre il bambino ciuccia o piange;

  • rigurgito.

Rimedi

Il singhiozzo nel neonato è un fenomeno che scompare e riduce sensibilmente la sua comparsa con la crescita del bambino.

Tra le soluzioni più efficaci per farlo scomparire vi suggeriamo alcuni rimedi molto semplici a seconda della causa che lo ha provocato.

Se il singhiozzo nel neonato compare mentre lo state allattando potete proseguire a farlo.

Riprendere il ritmo della deglutizione aiuta a regolare la respirazione e a risolvere il disturbo.

Inoltre è molto importante far attaccare bene il bambino al seno in modo che la bocca del piccolo aderisca a tutta l’areola e non solo al capezzolo, mentre se il neonato viene allattato con il biberon bisogna fare attenzione che questo sia sempre inclinato in modo che la tettarella sia sempre piena di latte e il piccolo non ingurgiti aria.

Se il singhiozzo compare lontano dai pasti potete dare al neonato un cucchiaino di acqua tiepida per stimolare la deglutizione e regolare l’attività contrattiva del diaframma.

Per prevenire il singhiozzo dovuto a sbalzi di temperatura mantenete il più possibile costante il microclima nell’ambiente dove si trova il neonato.

Se il singhiozzo si verifica mentre fate il bagnetto al bambino potete fargli un po’ di solletico al nasino per farlo starnutire.

In questo modo di distende il diaframma accelerando la scomparsa del singhiozzo.

E voi che rimedi utilizzate o avete utilizzato per far scomparire il singhiozzo nel neonato?

Scriveteceli.

Articoli consigliati

Scrivi un commento