Da 27 luglio 2010 0 commenti Leggi tutto →

Cesareo: il giorno dopo!

ADV

Quando si parla di cesareo e di ripresa post operatoria sono molti i dubbi e le paure per chi deve affrontare l’intervento per la prima volta. Spesso si sentono racconti contrastanti: chi dice che ci si alza subito senza sentire quasi dolore e chi racconta di atroci dolori pure per via di un banale colpo di tosse.

La parte più difficile di un cesareo è il recupero emotivo. Infatti, questo modo di dare alla luce il proprio bambino normalmente è qualcosa di inaspettato e può far sì che la donna arrivi a mettere in dubbio le sue capacità biologiche ed il concetto stesso di essere una vera donna. Molto spesso il cesareo può essere realizzato con anestesia generale non permettendo alla mamma di veder nascere il bambino, il che può portare ad uno stato di ansia che rallenta il successivo recupero post parto.

La ripresa dopo l’intervento, il dolore, la capacità di muoversi sono estremamente soggettivi e dipendono in larga misura dalla soglia personale di percezione del dolore  e dalla capacità di ripresa. Il cesareo porta dolore localizzato alla zona del taglio, difficoltà nel compiere movimenti banali come alzarsi dal letto, stendersi o sollevare pesi: la durata di tali effetti è molto soggettiva e può variare da una settimana fino a un mese circa.

Questi effetti si traducono in qualche difficoltà ad accudire il neonato, almeno per i primi giorni: tutto ciò non deve allarmare, perché ogni giorno che passa dopo l’intervento la situazione andrà migliorando. Vediamo allora insieme cosa accade nei giorni a seguire dopo aver avuto un parto cesareo.

La cicatrice
Sarà coperta da un cerotto, e te la medicheranno frequentemente. Tranquilla non fa male!

L’igiene
I primi due giorni successivi al parto, l’infermiera ti aiuterà ad andare al bagno. Poi, con cautela, potrai farlo da sola. A partire dal terzo o quarto giorno, in base al tuo stato di salute, sarà possibile fare una breve doccia.

I punti
Generalmente vengono utilizzati punti riassorbibili che pertanto non devono essere rimossi, in caso contrario dovranno essere eliminati dopo sette giorni dall’intervento e comunque non è una procedura dolorosa. A casa, tutti i giorni, dovrai solamente applicare un antisettico sulla cicatrice e asciugarlo bene dopo la doccia.

Il dolore ai reni
E’ tipico dopo l’intervento addominale. Se è intenso, ti consigliamo di ricorrere ad una fascia elastica, di quelle che si chiudono a strappo, per contenere i muscoli addominali, acquistabile nei negozi di maternità e puericultura.

Una delle domande più frequenti nelle neomamme è: “Potrò allattarlo al seno?” Certamente! L’operazione di per sé non ha alcuna influenza sull’allattamento al seno né sulla capacità di succhiare del bambino. Semmai la mamma, a cui hanno praticato il cesareo, avvertirà un po’ più di stanchezza e dolore post operatorio. Per questo motivo dovrà trovare le posizione più comode durante l’allattamento facendosi aiutare da qualcuno nel sistemare il piccolo in una posizione adeguata.

Cosa molto importante invece è quella di ricordarsi che per recuperare velocemente devi alzarti, anche se il dolore addominale ti impedisce di assumere una postura eretta. Infatti i medici e le infermiere, trascorse 24 ore dal parto, ti consiglieranno caldamente di alzarti per fare dapprima piccoli passi per poi prolungare le passeggiate. Probabilmente avvertirai un po’ di nausea, ma è normale dopo un intervento del genere. Quanto prima comincia a muoverti, tanto prima ti rimetterai in sesto e sarai sempre più pronta per accudire con più facilità il tuo piccolo!

E a voi come è andata? E’ stato semplice il dopo cesareo?

Immagini
domestic-church.com
depressionsymptoms.org
blog.healthybabynetwork.com

Blogmamma.it ha carattere divulgativo. I punti di vista e le informazioni date non intendono in nessun caso sostituirsi al parere del medico, che invitiamo sempre a consultare in caso di dubbio.

Scrivi un commento