Coliche gassose: l’agopuntura come rimedio al pianto inconsolabile

Quante volte è capitato di sentir piangere il piccolo all’improvviso, un pianto inconsolabile! Le si prova tutte per cercare di calmarlo ma nulla, soprattutto nei primi mesi di vita del piccolo quando ancora lui non è in grado di farci capire se ha dolore e dove!

Proprio in questo periodo il pianto inconsolabile solitamente è associato alle cosiddette colichette! Insomma le classiche coliche gassose di cui quasi ogni bambino in tenera età soffre!  E proprio per aiutare i genitori a consolare i propri bambini pare che venga in aiuto l’agopuntura!

Alcuni ricercatori svedesi dell’Università di Lund, coordinati da Kajsa Landgren, hanno esaminato 90 bambini sani per 6 settimane, suddivisi in due gruppi. Il primo gruppo è stato sottoposto ad un trattamento di agopuntura e il secondo no! Lo studio ha rilevato che nei bambini trattati con l’agopuntura, per due volte a settimana, la durata e l’intensità del pianto è stato inferiore rispetto all’altro gruppo di bambini!

Dunque secondo i ricercatori: “…l’agopuntura minima ha accorciato la durata e ridotto l’intensità del pianto nei neonati con coliche. Ulteriori ricerche utilizzando diversi punti di agopuntura, tecniche di aghi e gli intervalli tra i trattamenti sono tuttavia necessarie…”.

E i vostri bambini hanno sofferto di coliche gassose? Come le avete affrontate?

Immagini:
askamum.co.uk

Postato in: Nanna

Scrivi un commento

I dati che ti chiediamo di inserire nel form ci servono per identificarti e poter rispondere al tuo messaggio. Compilando i dati e inviando il form, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali che verranno trattati in modo conforme a quanto definisce il Regolamento UE 2016/679. Trovi l’indicazione del Titolare del trattamento e l’informativa completa a questo indirizzo: www.blogmamma.it/policy-sui-cookies/