Collane fai da te con materiale di riciclo

ADV

collana con conchiglie

 

Con l’estate la voglia di sfoggiare bijoux originali e colorati aumenta. Pensiamo alle collane: ravvivano una semplice maglietta, rendono importante anche l’abito più semplice e lo trasformano per una serata. Approfittando delle giornate di vacanza in cui si è generalmente più tranquille e libere da tanti impegni, potremmo dedicarci al fai da te e alla creazione di collane e gioielli. Se poi abbiamo una figlia che ha la stessa passione, possiamo coinvolgerla nell’opera.

Le collane fai da te si possono realizzare in diversi modi. Potremmo acquistare le perle colorate, i fili adatti, catenelle e gancetti e consultare qualche sito o qualche libro per capire come procedere, oppure pensare a qualcosa di più semplice e low cost utilizzando il materiale di riciclo.

Sembra impossibile, ma con ciò che di solito buttiamo si possono ottenere dei bellissimi bijoux. Cosa possiamo utilizzare? Vediamo insieme qualche materiale da riciclare:

  • la carta: l’ideale è quella delle riviste. Piegata bene può essere trasformata in perle da infilare o anche in grandi spirali che unite insieme con lo spago possono trasformarsi in un’originalissima collana
  • la plastica: la bottiglie di pvc possono essere tagliare in piccoli quadrati. Con il calore di una candelina bisognerà smussare i lati per renderli meno taglienti. Un grosso ago da lana arroventato servirà per fare i buchi attraverso i quali far passare il filo. Anche i tappi di plastica e le ghiere delle bottiglie possono diventare materiale utile per le collane, basterà ricoprirli di filo colorato, ad esempio,  per trasformarli.
  • la stoffa: con le t-shirt vecchie e con gli scampoli si possono realizzare diverse collane, basta un po’ di fantasia.
Per chi volesse vedere cosa si può produrre con i materiali di riciclo, ecco un collage con quattro proposte tratte da questi siti:
esempi di collane fai da te
E voi quale collana preferite?

 

 

Scrivi un commento