Da 26 novembre 2015 0 commenti Leggi tutto →

Come fare in casa il pane con il carbone vegetale

ADV

Come fare in casa il pane con il carbone vegetale

Scopriamo la ricetta e i segreti che si nascondono dietro la preparazione del pane più cool del momento.

Da qualche tempo, nei banchi delle panetterie e delle pasticcerie più attente ai trend della moda sono comparsi panini, focacce, croissant dal colore nero intenso, talmente intenso che potrebbero sembrare quasi non commestibile e innaturale. Invece queste delizie da forno non potrebbero essere più naturali, infatti sono realizzate con il carbone vegetale!

Ebbene sì, nonostante il carbone vegetale sia tra gli integratori più conosciuti e efficaci contro i disturbi della digestione e per combattere gli stati di gonfiore e stress addominale (chi di noi non ha mai fatto ricorso a un paio di compresse nere dopo un pranzo abbondante! 🙂 ), non era mai stato utilizzato per le preparazioni culinarie.

Si è scoperto che miscelando la polvere di carbone vegetale nell’impasto, anche dopo la cottura i suoi benefici restano inalterati. Inoltre essendo completamente privo di sapore, i prodotti finiti mantengono il gusto originale.

Vi abbiamo incuriosito? Ora non vi resta che acquistare la polvere di carbone vegetale in erboristeria o in alternativa nei supermercati le classiche compresse che poi andrete a polverizzare con l’aiuto di un mixer.

Come fare in casa il pane con il carbone vegetale: ricetta

  • 500 g farina 00
  • 6 g di carbone vegetale
  • 250 g circa di acqua tiepida
  • 6 cucchiai di olio EVO
  • 1 cubetto di lievito di birra (25 g) o una bustina di lievito secco (circa 7 g)
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 pizzico di zucchero

Procedimento:

  • Sciogliete il lievito nell’acqua insieme allo zucchero e lasciate riposare per qualche minuto. Questo per far attivare il lievito.
  • Aggiungete la farina, il carbone vegetale e l’olio e infine il sale.
  • Impastate a mano per almeno dieci minuti (o con un’impastatrice) finché l’impasto non sarà ben compatto e non appiccicoso. Ungete con olio d’oliva una ciotola capiente. Ripiegate l’impasto su sé stesso per “dargli forza”, infine formate una palla e riponetela nella ciotola. Coprite la ciotola con la pellicola o con un panno da cucina pulito.
  • Lasciate lievitare in un luogo chiuso e al riparo dagli spifferi, ad esempio nel forno chiuso e con la lucina accesa se la stanza è particolarmente fredda, in modo che si crei la temperatura ideale per la lievitazione. Dopo circa mezz’ora o un’ora tirate fuori l’impasto e dividetelo in due o più parti in base alla forma che vorrete dare al vostro pane. Se non avete ancora la manualità per fare delle belle pagnotte, ungete due teglie da plumcake e disponete le due metà dell’impasto nelle teglie spingendole delicatamente sul fondo.
  • Lasciate lievitare ancora per circa due ore, o finché l’impasto non sarà lievitato oltre il bordo delle teglie.
  • A questo punto accendete il forno a 200° in modalità statica, e quando avrà raggiunto la temperatura infornate le due teglie. Lasciate cuocere per circa 30 minuti, aiutandovi con un coltello togliete le due pagnotte dalle teglie e rimettetele nel forno sulla griglia ancora per una decina di minuti.
  • Infine fatele raffreddare fuori dal forno su una griglia.

Come fare in casa il pane con il carbone vegetale: benefici

I benefici del pane con il carbone vegetale sono molteplici. Infatti questo integratore naturale con le sue proprietà rende il prodotto più digeribile e leggero. Da non dimenticare poi che il carbone vegetale è un perfetto alleato dell’intestino e dello stomaco, capace di alleviare gonfiori  e stress addominali, reflusso e acidità di stomaco.

Importante! Durante la gravidanza, se fate uso di particolari farmaci e se avete bambini di età inferiore ai 3 anni vi suggeriamo di sentire il parere del il vostro medico/pediatra prima di assumere il carbone vegetale nei prodotti alimentari.

Ora che sappiamo gli innumerevoli benefici del carbone vegetale nei prodotti alimentari non ci resta che abituarci all’idea di gustare pane, dolci e pasta neri come il carbon… 😉 !

Scrivi un commento