Come fare le frange per rifinire lavori a maglia

ADV

frange-di-lana

Le frange sono un motivo decorativo che a me piace tantissimo. Immancabili negli abiti e negli accessori degli anni 70, non sono mai passate di moda, anzi direi che sono diventate un evergreen.

Con le frange (e aggiungerei anche le nappine che sono molto simili) si possono rifinire e rendere unici un sacco di lavori a maglia o all’uncinetto come sciarpe, scialle, poncho e copertine, ma diciamocelo pure, le frange si possono mettere un po’ dappertutto: dalle borse ai maglioni, dai divani ai cuscini, quindi dall’abbigliamento agli accessori per la casa.

Ma come fare le frange e le nappe per rifinire lavori a maglia (e non solo)?

Come fare le frange

Fare le frange è tutto sommato molto semplice. Basta procurarsi un po’ di lana o di cotone in tinta con il lavoro da abbellire e un paio di forbici.
Se poi si ha a disposizione un uncinetto (utile ma non indispensabile), maneggiare il filo sarà ancora più facile.

come fare le frange

1-Frange semplici a un filo

Quelle che vedi qui sopra sono frange di lana fatte a un filo e sono in tinta con il colore del lavoro.
Per farle taglia tanti pezzetti di fili di lana il doppio della lunghezza che hai deciso di fare per le tue frange.
Prendine uno e piegalo a metà. Infila il filo così piegato dentro la maglia dove vuoi fare la frangia e fallo uscire per tre o quattro centimetri.
Poi con un uncinetto o con le mani, fai passare il filo attraverso l’asola, tira e fai uscire i due fili completamente finché non avrai chiuso il nodo.
Ripeti questi movimenti per ogni frangia che devi fare, poi con le forbici regola la lunghezza delle frange.

come fare le frange

2-Frange semplici a più fili

Le frange possono anche essere fatte a più fili e con un filato di colore diverso da quello usato per il lavoro.
Il procedimento per farle è lo stesso del caso 1 solo che invece di prendere un filo e piegarlo a metà, se ne mettono insieme due o più.

come fare le frange

3-Frange annodate

Se invece vuoi fare delle frange un po’ più elaborate, molto belle sono quelle annodate.
Per farle, prima devi fare le frange semplici come ti ho spiegato al punto 1 o 2 lungo tutto il bordo del lavoro.
Poi dividi i fili di ciascuna frangia a due a due. Prendi due fili di una frangia e due fili della frangia accanto e annodali insieme. Procedi così finché non hai finito tutte le frange. Puoi fare anche un altro livello di annodature man mano che si scende, dividendo sempre in due parti i fili di ogni frangia e annodandone la metà con la metà della frangia che sta accanto.
Quando avrai finito, rifinisci  l’altezza delle frange con le forbici.

nappine di lana

4-Frange e nappine

Molto simili alle classiche frange sono le nappe o nappine che possono essere applicate  in modo da formare una frangia oppure anche usate singolarmente.

Avvolgi il filo attorno alle dita di una mano o intorno a due matite oppure intorno ad un pezzetto di cartone alto quanto vuoi fare alte le nappine.
Passa un filo dentro l’occhiello superiore che si è formato e fai un nodo. Con un altro filo raccogli in alto tutte le gugliate della matassina a circa 1 o 2 cm dalla cima, fai un nodo ben stretto e gira il filo, tre o quattro volte intorno alla nappina. Tagli in basso le cappiette e rifinisci con le forbici la nappina.

A questo punto non hai che da sbizzarrirti: lunghe o corte, di lana o di cotone, in tinta o in contrasto metti pure dove ti pare tutte le frange e le nappine che vuoi. Comunque vada sarà un successo!

Buon lavoro!

Articoli consigliati

2 Comments on "Come fare le frange per rifinire lavori a maglia"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. Graziana Brilli scrive:

    Cara Doria ancora una volta mi hai insegnato qualcosa che non sapevo fare “le frange ” !! Quando mi servivano le prendevo già fatte e poi mi sembravano difficili da fare ….invece è tutto il contrario !!! grazie .

Scrivi un commento