Concepimento: gruppo sanguigno, nelle donne influenza ovulazione!

ADV

Di fertilità si parla tanto, di quanto sia delicata, delle influenze che i fattori ambientali e le cattive abitudini possono avere sul suo delicato equilibrio. Adesso sembra che ci sia un altro aspetto che rende una donna più meno fertile: il gruppo sanguigno! Una ricerca condotta dell’Albert Einstein College of medicine di New York ha fatto una nuova sensazionale rivelazione sulla fertilità!

Il gruppo sanguigno condiziona la fertilità! All’esperimento hanno partecipato 560 donne con meno di 35 anni che si sono sottoposte ad un trattamento di fertilità in vista di una fecondazione in vitro presso il Montefiore Institute di New York.

Dallo studio è emerso che le donne appartenenti al gruppo sanguigno 0 hanno prodotto meno ovuli rispetto alle donne con altri gruppi sanguigni, inoltre le donne con il gruppo sanguigno 0 hanno presentato livelli di FSH più alti, un ormone a cui va attribuita la responsabilità della stimolazione follicolare, il cui livello sarebbe più elevato nelle donne con gruppo sanguigno 0, questo indicherebbe per contro un numero  inferiore di ovuli, quindi minore possibilità di concepire un figlio.

Per i ricercatori dell’ Albert Einstein College of Medicine di New York anche la qualità degli ovuli sarebbe non elevata rispetto alle donne degli altri gruppi sanguigni Quindi in conclusione le donne appartenenti al gruppo sanguigno 0, negli anni, avrebbero maggiori difficoltà a concepire rispetto alle donne con  le altre tipologie di sangue. Le donne più fertili invece sarebbero quelle appartenenti al gruppo A.

Una notizia che vi riporto per dovere di cronaca e con un certo scetticismo poiché appartengo al gruppo sanguigno incriminato come “scansafatiche” ed ho peraltro due figli che ho concepito senza grandi difficoltà!

Immagini:
studiozacchi.it

1 Comment on "Concepimento: gruppo sanguigno, nelle donne influenza ovulazione!"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. Micaela scrive:

    Leggo con un certo scetticismo anche io, per svariati motivi:
    1) un campione di 560 donne non lo ritengo poi così significativo… sarebbe interessante sapere se TUTTE le altre condizioni al contorno erano paritarie (oltre all’età… – avere meno di 35 anni non significa niente, non si può paragonare una ventenne con una trentenne! – peso, problemi ormonali, etc…)
    2) appartengo anche io al gruppo sanguigno incriminato e sono rimasta incinta all’istante!
    3) anche mia sorella ha il mio stesso gruppo sanguigno e sta aspettando una bimba…
    Dunque… cosa significa questa ricerca?
    Questo tipo di ricerche non fanno altro che aumentare l’ansia di quelle donne che, purtroppo, hanno difficoltà a rimanere incinta… e non serve a niente dire che è colpa del gruppo sanguigno!
    E’ come dire che ci si nasce per essere mamme oppure no. Ma fatemi il piacere!

Scrivi un commento