Consigli per la vacanza con il neonato

ADV

 

vacanza con il neonato

Anche se ha poche settimane di vita, la vacanza con il neonato è possibile e non presenta particolari controindicazioni.

Ovviamente prima di partire occorrerà parlarne ed effettuare una visita pediatrica, ma se ben pianificata una vacanza con il neonato farà bene a tutta la nuova famiglia.

Destinazione

Un luogo vale l’altro, per la vacanza con il neonato di poche settimane.
Mare, montagna e campagna tutte le località possono andar bene l’importante è:

uscire nelle ore più fresche;

non esporre il neonato direttamente ai raggi solari;

alimentare bene il neonato, verificando la sua idratazione e aumentando nel caso di sintomi di disidratazione  (pannolino spesso asciutto,  secchezza delle mucose, avvallamento della fontanella anteriore, irritabilità o sopore, alterazioni della temperatura corporea) la frequenza dell’allattamento;

– fare attenzione alla presenza degli insetti come le zanzare;

– scegliere località a misura di “bambino” con servizi e strutture. Non andare in posti troppo isolati o facilmente raggiungibili.

In vacanza con il neonato

Mezzo di trasporto

I neonati possono viaggiare con qualsiasi mezzo di trasporto, anche se l’aereo può essere più stressante per via degli sbalzi di temperatura e pressione.

Per ridurre la possibilità di dolore alle orecchie durante il volo è consigliabile stimolare frequentemente la suzione del piccolo, allattandolo e riducendo in questo modo la possibilità che la chiusura della comunicazione tra faringe e orecchio medio crei della depressione atmosferica in quest’ultimo, nelle fasi di decollo e atterraggio.

E’ bene scegliere per gli spostamenti,  le ore più temperate della giornata soprattutto se si decide di affrontare un viaggio in auto.

E mi raccomando mai abusare dell’aria condizionata ma posizionatela a temperature non molto inferiori a quelle esterne e comunque non inferiori a 22-23 gradi.

Inoltre chi decide di andare in vacanza con il neonato utilizzando la macchina dovrà prestare particolare attenzione alle norme della sicurezza.

Il neonato deve essere alloggiato nel suo “ovetto”, conforme alla normativa europea, opportunamente fissato al sedile e sempre rispettandone le regole di installazione (fino ai 9 chili di peso del bambino, il seggiolino deve essere installato obbligatoriamente in senso contrario a quello di marcia). E’ vietato posizionarli sul sedile anteriore per gli effetti potenzialmente lesivi dell’ airbag.

Pianificate il vostro viaggio prevedendo brevi soste ogni due ore e ogni volta che il neonato deve essere alimentato.

Il  il treno è una soluzione molto comoda, il neonato può essere tenuto in braccio, non occupa un posto a sedere e lungo i corridoi c’è sicuramente più spazio per muoversi, per passeggiare e per collocare il passeggino o l’ovetto in caso di necessità.

La valigia del neonato

Mi raccomando cercate di ottimizzare e organizzare i vostri bagagli soprattutto se si tratta della prima vacanza con il neonato per non dover fare un vero e proprio trasloco.

Mettete in valigia:

– è estate e fa caldo scegliete quindi indumenti chiari e leggeri, di fibre naturali, che lascino scoperte braccia e gambe;

– un cappellino  per proteggere il piccolo da eventuali congiuntiviti;

– un maglioncino in filo per tutelarlo dall’umidità delle ore serali.

Nella borsa da tenere con voi durante gli spostamenti mettete:

salviette imbevute;

– una riserva di pannolini (gli altri li comprerete nella località di vacanza);

– una copertina per proteggere il piccolo dall’aria condizionata;

– un cambio (body e tutina)

– dei bavaglini.

Per quanto riguarda i farmaci da portare con voi consultatevi con i vostro pediatria.

Articoli consigliati

Scrivi un commento