Da 7 maggio 2009 0 commenti Leggi tutto →

Coppia: come mantenerla solida

ADV

Oggi essere coppia non è una scelta qualunque ma un desiderio grande e sempre ricercato nonostante le molte fragilità. La coppia nasce dall’incontro di due individui che si amano e da un progetto comune che molto spesso sfocia nel matrimonio. Importante per la coppia è far parte di un “noi” per costruire e mantenere una relazione che saprà affrontare i problemi che incontrerà lungo il cammino, senza rischiarne la rottura.

Oggi però si tende a chiedere molto al partner negli aspetti più vari della vita, e si è poco preparati a costruire pazientemente quel “noi“, caricando così il legame di aspettative elevate e idealizzandolo come se la relazione dovesse essere un porto sicuro dai problemi della vita, fonte di continue gratificazioni personali senza divergenze e difficoltà. Tutte queste aspettative ben presto portano ad inevitabili delusioni, così le difficoltà che si presentano vengono viste solo come sintomo di fragilità della relazione, come qualcosa tra noi che non và, qualcosa di non superabile e non magari come stimolo, come spinta alla crescita dei due partner e del loro legame di coppia. Dunque costruire e mantenere viva la buona qualità della relazione è il compito a cui ogni coppia non può sottrarsi soprattutto con l’arrivo dei figli e il passaggio da coppia a famiglia!

A questo punto si tratta di far fronte a nuove situazioni di adeguamento e di riorganizzazione familiare senza che questo vada a indebolire le basi su cui è fondata l’unione tra i due. La coppia solida è la base per un’efficace gestione dei figli, che crescono percependo immediatamente la forza dei genitori e del loro legame. Ma costruire questo tipo di relazione richiede impegno e responsabilità.

Dobbiamo tener presente che i figli sono generati da due persone, che ancora prima di decidere di essere genitori, si sono liberamente scelte per realizzare una vita di coppia. Quindi la coppia deve essere e deve restare il perno della famiglia, quello che la tiene unita. Questa responsabilità, dunque non deve essere trasferita sui figli, utilizzandoli come unico motivo per andare avanti, così come accade sempre più spesso.

La qualità della coppia è fondamentale nella vita familiare, perché non genera solo vita umana, ma anche relazioni, rapporti, modalità di comportamento che permettono a tutta la famiglia di maturare, di crescere, di sostenere i cambiamenti e le trasformazioni. E’ importante dedicare del tempo alla coppia anche dopo l’arrivo dei figli. Non è tempo rubato a loro ma è necessario per crescere insieme.

Personalmente penso che bisogna imparare a saper stare in coppia, per poter poi affrontare insieme, con più forza, energia e creatività le prove della vita. Ma lo stare in coppia è anche combattimento e come in ogni combattimento sono necessarie delle armi. Le armi sono l’ascolto, inteso come un far spazio all’altro, come accoglienza dell’altro così com’è (non come vorrei che fosse), e il dialogo, inteso come manifestazione di sé all’altro, (dire all’altro quello che provo nel cuore, quello che sento, quello che penso). Queste sono le armi principali con cui si gioca questo combattimento che ha come obiettivo la crescita di se stessi a tutti i livelli, emotivi, mentali e spirituali, e la crescita della nostra coppia e dei nostri figli che impareranno da noi anche a saper stare in coppia.

L’ascolto e il dialogo sono necessari con sé stessi prima, e poi con il partner che ci sta accanto riconoscendo noi ed il nostro partner come persona (“Mi piaci” “Sono felice di stare con te”), apprezzarlo/a per le azioni che abbiamo gradito ma, io credo, soprattutto dimostrando molto affetto nei confronti dell’altro quindi toccarsi, abbracciarsi, baciarsi, scambiando anche a parole il proprio affetto. In modo da riuscire a stare in pace con sé stessi, nella coppia e nella famiglia.

Ma bisogna tener presente che siamo sempre alla ricerca di un equilibrio stabile ed è anche l’ideale a cui dobbiamo aspirare. Possiamo cadere, fa parte della nostra natura, ma possiamo sempre, magari a volte anche chiedendo aiuto, rialzarci e continuare a camminare.

Saranno queste le basi per poter mantenere solida una coppia negli anni?!?!?! Io so solo che non è sempre semplice, ma ho scoperto anche che l’importante è che alla base ci sia amore e rispetto reciproco e dopo tutto il resto è risolvibile, se lo si vuole veramente!

E voi cosa pensate!!!! Qual è la vostra ricetta?!?!?!

Immagini:
associazionepraxis.it
bovolone.net

Postato in: Coppia, In famiglia

Scrivi un commento