Da 21 maggio 2011 0 commenti Leggi tutto →

Corsi estivi per bambini in inglese: imparare divertendosi

ADV

La chiusura delle scuole è ormai alle porte e, tra uno spettacolo, una festa di fine anno, un saggio di danza e un torneo di calcio passando per una cena con i genitori, tante mamme si stanno chiedendo come traghettare i figli, senza troppi intoppi, fino a settembre. Considerando che i mesi di vacanze scolastiche, dalle elementari in poi, sono 3 e i genitori che lavorano hanno (in genere) 3 settimane di vacanza, capite che il gioco a incastro non è semplice.

Un’idea carina e un po’ alternativa rispetto al campus sportivo o ad altre soluzioni è il campus di inglese: un modo per fare imparare l’inglese ai più piccoli (dai 3 anni in su) regalando loro una settimana di divertimento e gioco. L’anno scorso i miei figli (4 e 7 anni) con un’amichetta hanno fatto una settimana di scuola estiva d’inglese e si sono divertiti moltissimo. Hanno creato e disegnato pesci, maracas, spade e scudi.

I corsi estivi dei Learning Center Helen Doron, il centro che hanno frequentato i miei bimbi, seguono un programma specifico a seconda delle età (i due infatti hanno seguito percorsi di apprendimento differenti) e basano la propria metodologia sull’apprendimento attivo della lingua, non sullo studio della grammatica o del vocabolario. Per esempio, è creando uno scudo e una spada e inventando un mondo di cavalieri che mio figlio ha imparato le parole sword, shelter, dragon

In dotazione ci sono poi rimasti i CD con le canzoncine del corso (cantare in inglese e ballare è uno dei “must” di questi corsi) , che abbiamo ascoltato per tutta l’estate in macchina (assieme a pochi altri CD), cantando allegramente tutti insieme quando (finalmente) siamo partiti per le vacanze “vere”!

Postato in: Bambino

Scrivi un commento