Corso preparto: i benefici della danza del ventre

ADV

Danza del ventre in gravidanzaFrequentare un corso preparto di danza del ventre durante la gravidanza offre numerosi vantaggi per le donne in dolce attesa: i movimenti lenti e circolari del bacino e della zona pelvica e i gesti dolci e fluidi, accompagnati dalle note basse della musica orientale, aiutano a contenere i dolori della colonna vertebrale e a tonificare i muscoli addominali.

Sempre più comune e diffuso tra le future mamme, questo tipo di corso preparto è pensato soprattutto per le donne che incontrano alcune difficoltà nell’accettare i cambiamenti che il corpo conosce durante la gravidanza e quindi nell’entrare in sintonia con il pancione.

La danza del ventre può anche essere utile ad agevolare il parto naturale, poiché comprende alcuni esercizi che coinvolgono il pavimento pelvico, ottimi alleati per la preparazione alla fase espulsiva del parto. Questa danza concentra infatti una particolare attenzione all’isolamento dei muscoli e alla regioni del bacino e del ventre. Proprio su questa particolare area del corpo la donna in gravidanza può agire attraverso esercizi dolci ma efficaci. Questo lavoro muscolare, oltre a favorire nella donna la consapevolezza del proprio corpo in cambiamento, risulta estremamente positivo anche per quanto riguarda la costruzione di una relazione tra la neomamma e il bambino. Inoltre, i corsi preparto di danza del ventre per donne in gravidanza spesso propongono – solitamente all’inizio o al termine della lezione – alcuni esercizi di rilassamento, che aiutano la donna a conservare serenità e spirito positivo, condizioni mentali che non possono che favorire il dialogo con il nascituro.

Alcuni movimenti della danza del ventre sono pensati per allenare in particolar modo i muscoli maggiormente coinvolti dal cambiamento fisico che la gravidanza porta con sé. Tali esercizi possono aiutare a prevenire o contenere alcuni sgradevoli disturbi, come l’incontinenza (nel periodo preparto). Non solo: questa danza si dimostra molto efficace anche dopo il momento del parto, per esempio, per la riabilitazione del perineo.

Inoltre, la cadenza lenta dei movimenti circolari della danza del ventre – i cui principali “passi” sono le “onde”, gli “otto” o i movimenti “del cammello” e “del serpente” – contribuisce a tonificare l’addome e la muscolatura dorsale. Ciò dona quindi maggiore sostegno al corpo del bambino e favorisce nella donna una migliore condizione fisica dopo il parto.

L’occorrente per frequentare un corso preparto di danza in gravidanza non è molto differente rispetto a quello che si utilizza nei corsi preparto tradizionali: abiti non fascianti, morbidi e freschi, calze antiscivolo, un foulard grande e colorato (preferibilmente di forma triangolare), un asciugamano e una bottiglietta d’acqua.

Infine, per procedere all’iscrizione al corso, è necessario un certificato medico di idoneità all’attività sportiva non agonistica, oltre che il consenso del proprio ginecologo.

Per cercarne uno nella tua città CLICCA QUI

Articoli consigliati

Scrivi un commento