Da 3 settembre 2012 0 commenti Leggi tutto →

Crollo delle adozioni in Italia

ADV

adozioni internazionali proposta di Ai.Bi

Nel mondo ben 168 milioni di bambini vivono fuori dalla famiglia, secondo una stima Unicef. Tuttavia in Italia negli ultimi quattro anni le richieste di adozione internazionale e le idoneità all’adozione rilasciate dal tribunale dei minori sono crollate del 49%.

Questo è accaduto per tre ordini di ragioni: la lunghezza delle procedure – fino a 48 mesi -, i costi – fino a 30 mila euro –  e le selezioni estenuanti per ottenere l’idoneità.

Ai.Bi. Amici dei Bambini, una ong che si occupa di bambini abbandonati, propone una riforma per invertire la tendenza, che consiste in questo:

accelerare i tempi semplificando l’iter burocratico;

uniformare e ridurre i costi;

dare formazione e sostegno alla coppia che adotta piuttosto che sottoporla a selezioni estenuanti.

Inoltre, Ai.Bi. vorrebbe passare la competenza delle adozioni dalla Presidenza del Consiglio al ministero degli Esteri, dare anche ai single la possibilità di adottare e riconoscere adozioni come quella dei nascituri ancora in ventre, da noi vietata, ma accettata all’estero.

Voi cosa ne pensate, condividete le linee guida di questa proposta di riforma?

Livia

Fonti:

pensiericanditi.blogspot.it

Venerdì

 

 

Postato in: Adozioni, In famiglia

Scrivi un commento