Da 6 maggio 2016 Articolo con sponsor 0 commenti Leggi tutto →

Cucinare per i bambini: il potere della fantasia

ADV

stellina di risotto ai carciofi

Se c’è una cosa che ho imparato in questi 3 anni di “esperienza” da mamma, è che esiste una dote da coltivare ancor più della pazienza, della calma, della capacità di resistere alla fatica e al sonno: si tratta della fantasia

Un’arma decisamente sottovalutata ma molto, molto potente!

I bambini amano la magia, amano gli oggetti “magici” e sfoderare una “storia” una spiegazione fantasiosa mi ha letteralmente salvata in una miriade di occasioni in cui un semplice capriccio avrebbe potuto trasformarsi in un’autentica tragedia. Se c’è un campo in cui dispiegare tutta la fantasia possibile è essenziale, quello è, almeno nel mio caso, l’ambito culinario.

Come ti “trasformo” un ingrediente

Mia figlia non è una mangiona. Questo è assodato. E’una gran testarda, anche questa è una grande verità. Se unisci le due cose, capirai che riproporre un cibo che ha già rifiutato è perfettamente inutile… a meno che… non cambi consistenza, o metodo di cottura, o presentazione, oppure lo trasformi in un ingrediente di qualcosa che però – attenzione! – non dovrà mai e poi mai contenere nel nome quello dell’alimento off limits. La cosa sta funzionando. E così, gli spinaci sono spariti dalla nostra tavola a favore del riso verde, la zucca si è trasformata in ingrediente innominato per il riso arancione ecc…

Il magico potere dell’impiattamento

Ovvio che non è ancora abbastanza: che si mangi prima di tutto con gli occhi è cosa risaputa, per cui provo ad inventarmi presentazioni sorprendenti o divertenti, con l’aiuto di formine e coppa pasta: cuoricini di riso verde oppure fiori di insalata di orzo o, ancora, omini di riso arancione (formina rotonda e poi occhietti, bocca e naso con rondelle di olive e pezzetti di pomodorini) non mancano mai sulla nostra tavola.

fiore di insalata di orzo e contorno di cavolfiori e broccoli

Una settimana con Orogel

Durante la settimana appena trascorsa, ho avuto modo di sperimentare tutta una serie di golose preparazioni a partire dai prodotti Orogel. Noi conoscevamo ed utilizzavamo già abitualmente alcuni prodotti (come i pisellini, i famosi spinaci, e il mitico minestrone) ma non avevo mai provato la linea dei Grigliati (melanzane, peperoni e zucchine grigliate) che è stata una piacevole scoperta, così come la soia edamame, che ho prontamente trasformato in deliziose crocchette.

Mi sono divertita, spesso anche con l’aiuto della piccola, a preparare impiattamenti golosi per lei e le sue amichette e il risultato è stato questo:

fiori di verdure

Se un fagiolino diventa lo stelo di un fiore, una rondella di carota diventa un petalo e una polpettina diventa una corolla, anche le verdure meno amate hanno qualche speranza di essere assaggiate e apprezzate.

Nutrilibrio: il manuale salvatempo per un’alimentazione equilibrata

Oltre che sui prodotti Orogel, durante le mie avventure culinarie alla ricerca del successo con una bimba dal palato difficile, ho potuto contare anche sul valido aiuto di Nutrilibrio, il manuale salvatempo di Orogel per un’alimentazione equilibrata, dedicato alle famiglie, ma sopratutto ai bambini. Le ricette disponibili su: http://www.orogel.it/nutrilibrio  sono abbinate ad un colore, che viene dato dall’ingrediente principale di ogni piatto. Per questo si chiamano anche “Le Ricette a 7 Colori”. Il libro contiene anche una sezione dedicata a come preparare le basi (polpette e crocchette, frittate, gnocchi, spiedini) e utilissime indicazioni sugli abbinamenti funzionali a rendere il pasto equilibrato.

Vi lascio con un video dedicato alla preparazione di piatti golosi dedicati ai bambini e contenente ricette e idee per cucinare e decorare seguendo facili tutorial come questo:

Scrivi un commento