Da 11 settembre 2010 0 commenti Leggi tutto →

Dare cibi solidi al neonato potrebbe essere pericoloso?

ADV

Da un’indagine è emerso che, spesso vengono dati ai neonati anche biscotti, succhi di frutta e altro prima dei sei mesi. Infatti una mamma su quattro, ha confessato di aver dato altri alimenti al proprio bambino prima dei “canonici” sei mesi di vita in cui si potrebbe iniziare a far mangiare altri cibi che non solo il latte (periodo dello svezzamento).

Lo hanno scoperto gli scienziati australiani che si sono stupiti nel venire a conoscenza di come alcune mamme avessero dato ai loro bambini, biscotti, torte, succhi di frutta prima dei sei mesi. E, fatto ancora più sconcertante, a neonati di appena quattro settimane pare fosse stato dato dello zucchero, dei cibi salati, dolci e grassi.

Per ottenere queste informazioni, i ricercatori del Dipartimento di Nutrizione e Dietetica presso la Flinders University di Adelaide, hanno interpellato telefonicamente 587 neomamme per un periodo durato 12 mesi. Scoprendo che quasi una mamma su quattro aveva introdotto succo di frutta, biscotti e torte per i loro bambini prima dei sei mesi di età. Questa introduzione precoce di cibi che fanno parte di una dieta povera, potrebbe avere effetti nocivi sul lungo termine e predisporre i bambini all’obesità, avvertono i ricercatori.

Questo è motivo di preoccupazione, perché le abitudini alimentari sviluppate nei primi anni di vita in genere continueranno per tutto il corso della vita di una persona – e un bambino in sovrappeso è molto più probabile che diventi un adulto in sovrappeso”, dichiara la dottoressa Jane Scott sulle pagine di Nutrition & Dietetics.

, diventando di fatto dei potenziali candidati al sovrappeso e alle patologie correlate quali, per esempio, il diabete di tipo 2 e le malattie cardiovascolari.

Attenzione quindi, mamme, i neonati hanno bisogno solo di latte. E come ricordano gli esperti, per un anno non ci sarebbe bisogno neanche dell’acqua, dato che la prendono già insieme al latte materno.

Fonte: lastampa.it

Immagini:
herdaily.com
family.glam.com
guernseymums.gg

Scrivi un commento