Dentini, come affrontare questa fase con l’omeopatia

ADV

Alleviare i fastidi dei dentini con omeopatia

Come far fronte ai disturbi dovuti ai dentini? Ne parliamo con la dottoressa Teresa De Monte, pediatra esperta in omeopatia a Udine

La utilizziamo per parlare, bere, mangiare, respirare (quando abbiamo il raffreddore). La bocca è una preziosa parte del nostro corpo e ancora di più lo è per i bambini. I neonati, infatti, esplorano il mondo portando alla bocca qualsiasi cosa gli capiti a tiro. Per loro è un mezzo importante che diventa molto sensibile durante la dentizione. Alcuni bambini, infatti, mettono i primi dentini senza conseguenze, ma per la maggior parte, l’eruzione dentale si manifesta in modo doloroso e può essere accompagnata da disturbi che variano per intensità e durata.
In questi casi, l’omeopatia può essere d’aiuto. I medicinali omeopatici, infatti, possono aiutare il bambino a superare questa fase e alleviare i disturbi correlati, generalmente senza il rischio di possibili effetti collaterali.

Quando arrivano i dentini: segnali ed eventuali disturbi

I disturbi collegati alla dentizione sono davvero numerosi e molto diffusi fra i bambini dai 4 ai 30 mesi . Tra i principali:
salivazione abbondante che causa irritazione della pelle nelle zone vicine alla bocca

fastidio localizzato dovuto all’infiammazione delle gengive

smania di mordere tutto ciò che capita a tiro

riduzione dell’appetito

irritabilità

sonno disturbato

• in concomitanza, possono manifestarsi fenomeni catarrali alle vie respiratorie, a volte accompagnati da febbre (inferiore ai 38° C) e disturbi gastrointestinali (diarrea).

Se il bebè manifesta uno o più sintomi tra quelli indicati, probabilmente è alle prese con un dentino!

Medicinali omeopatici per alleviare i disturbi dei dentini

«I medicinali omeopatici possono essere utili per alleviare il dolore e i fastidi legati a questo periodo. – afferma la dottoressa De Monte – In particolare, spesso ai miei piccoli pazienti prescrivo Camilia, specialità omeopatica che agisce complessivamente su tutti i sintomi della dentizione.

Camilia contiene tre sostanze attive, tradizionalmente utilizzate dalla farmacologia omeopatica nel trattamento sintomatico dei disturbi della dentizione: Chamomilla vulgaris, Phytolacca decandra e Rheum. Chamomilla agisce sull’infiammazione, calmando il dolore e l’irritabilità del piccolo. Phytolacca è invece il medicinale che calma la smania di mordere e il fastidio che il bimbo lamenta alla gengive. Infine, Rheum è indicato per la diarrea e le coliche dolorose che si possono manifestare durante la dentizione.
Consiglio di somministrare per via orale 1 contenitore monodose di Camilia 3-6 volte al giorno, versando il contenuto nella bocca del bambino facendolo ingerire, e di proseguire il trattamento fino a quando il bimbo riposerà più serenamente e avrà meno smania di mordere.

La durata del trattamento dipende dal malessere e dalla necessità: da alcuni giorni prima dell’eruzione dentale, al taglio della gengiva, fino a un periodo più esteso. Ogni bimbo ha la sua eruzione dentale! In ogni caso, nel giro di qualche giorno, i disturbi più fastidiosi come le scariche di diarrea, il dolore alle gengive, le gote arrossate, la salivazione intensa scompariranno».

Il consiglio in più

«Nella fase di eruzione dei primi dentini suggerisco – continua la dottoressa De Monte –  di evitare di dare al bambino alimenti troppo caldi che potrebbero favorire l’infiammazione, e tenere a portata di mano anelli e formine refrigerati da proporgli per aiutarlo a trovare sollievo.

L’anello refrigerato lenirà l’infiammazione e calmerà il suo bisogno di mordere, ma nel caso in cui non sia gradito, possiamo proporre una carota fresca da frigo, che verrà addentata ma non spezzettata e, poiché dolce, sarà molto gradita. Potremo inoltre concedere il nostro dito per un benefico massaggio gengivale».

Se invece i dentini tardano a spuntare?

«Se il problema è invece il ritardo nella dentizione, ancora una volta i medicinali omeopatici ci possono venire in aiuto: consiglio di somministrare al piccolo Silicea 9 CH (5 granuli 2 volte al dì), per 1 mese ed eventualmente ripetibile, che stimola la formazione dei denti».

Scrivi un commento