Da 3 giugno 2009 0 commenti Leggi tutto →

Dieta in gravidanza: il Terzo Trimestre

ADV

Ed eccomi infine a parlarvi della dieta nel terzo trimestre. Negli ultimi tre mesi di gestazione si può avere un incremento medio di altri 5 kg (sempre per una donna che abbia iniziato la gravidanza in condizioni di peso normali e che abbia avuto un aumento regolare durante il corso della gravidanza), per arrivare ad un totale di circa 12 chili al termine della gravidanza.

I fabbisogni giornalieri in questo periodo non sono molto diversi da quelli del secondo trimestre ma in vista del parto è ancora più importante curare l’apporto di ferro e aumentare ulteriormente le quote di vitamine e antiossidanti, che aiuteranno a sostenere meglio il periodo post-parto. Anche un “plus” di omega 3 può risultare utile, per contenere la depressione che potrebbe comparire nei primi tempi dopo la nascita.

In questo periodo possono intensificarsi i bruciori di stomaco e la stitichezza che per contrastarli è sufficiente seguire le indicazioni date per il secondo trimestre. In più, possono comparire fragilità capillare, che si combatte con una maggiore introduzione di antiossidanti, e crampi muscolari, contro i quali è opportuno assumere una quota più elevata di potassio. E’ normale poi che il pensiero del parto metta un po’ di ansia e possa causare problemi di insonnia, dunque oltre ad eliminare il caffè (che è concesso nella quantità di due tazzine al giorno) è importante fare pasti leggeri la sera ed eventualmente bere un bicchiere di latte tiepido prima di coricarsi.

Ed ecco il menù di una giornata tipo:

Colazione:
– 200 g di yogurt intero, miele (15g), muesli (40g), un bicchiere di succo d’arancia. Il muesli è l’ingrediente caratteristico di questa colazione: grazie alla presenza dei semi oleosi migliora il contenuto di omega 3 della dieta;

Spuntino:
– una tazza di mirtilli (200g) con una pallina di gelato alla crema. I mirtilli sono tra i frutti più ricchi di antiossidanti, preziosi per mantenere l’elasticità dei capillari sanguigni e migliorarne la resistenza mentre il gelato dà la giusta energia.

Pranzo:
– pasta (80g) con sugo di carne (20g) e 5g di olio extravergine. La pasta che può essere anche integrale, vanta un basso indice glicemico, e l’accompagnamento con sugo di carne garantisce un buon contenuto di fero.
– un uovo alla coque particolarmente digeribile (naturalmente deve essere fresco) ed è fonte di proteine nobili;
– insalata mista (250g) con noci e due cucchiaini di olio extravergine. La verdura indispensabile anche nel terzo trimestre come fonte di vitamine, potassio e di fibre.
– due fette integrali che apportano fibra e amido.

Merenda:
– una banana a rondelle con crema di ricotta (50g) e miele (15g). Le banane sono ricche di potassio, mentre la ricotta migliora l’assunzione di calcio.

Cena:
– pomodoro al forno (150g) ripieno di riso bollito e 5g di olio extravergine. Il riso è molto digeribile, mentre il pomodoro apporta il licopene, prezioso antiossidante che si assorbe più facilmente dopo la cottura;
– bistecca di cavallo ai ferri in quanto la carne di cavallo è tra le migliori fonti in assoluto di ferro, in forma molto assimilabile;
– cavolfiore (200g) lessato e gratinato con formaggio grattugiato;
– pane tipo integrale che è una presenza importante come fonte di amido e di fibra;
– due mele cotte per il loro alto potere lassativo.

Insomma mamme se vogliamo cercare di restare il più informa possibile ed evitare qualsiasi tipo di problema durante questo meraviglioso viaggio che è la gravidanza, non dobbiamo fare altro che mantenere un’alimentazione sana ed equilibrata!

Blogmmamma.it è un sito a carattere divulgativo. I punti di vista e le informazioni date non non intendono in nessun caso sostituirsi al parere del medico, che invitiamo sempre a consultare in caso di dubbio.

Scrivi un commento