Da 25 marzo 2010 0 commenti Leggi tutto →

Dismenorrea: nuovo rimedio per alleviare i dolori mestruali

ADV

La dismenorrea o mestruazione dolorosa è un’alterazione mestruale, accompagnata da disturbi generali o locali e da dolori, che interessano in genere la regione pelvica e l’addome. A soffrire di questo disturbo sono tra il 45%-90% delle donne in età fertile e tra i sintomi più comuni vi sono, oltre ai dolori, nausea, vomito, capogiri, sudorazione. Nel 10% circa dei casi può impedire le normali attività quotidiane, costringendo a letto per più ore o giorni le donne interessate.

Il dolore può precedere la mestruazione di alcuni giorni o può accompagnare il ciclo, e generalmente si affievolisce con la fine della mestruazione. In alcuni casi la dismenorrea può essere accompagnata da perdite ematiche consistenti (menorragia). Solitamente i vari sintomi sono trattati con antinfiammatori, antidolorifici e anche con i contraccettivi che in molti casi non sortiscono gli effetti desiderati, anzi sono fonte di altri effetti invece indesiderati come disturbi all’apparato digestivo, alterazione dell’umore e altri.

In questi giorni è stato condotto, dal dottor Andrzej R. Batt, uno studio sperimentale su un nuovo farmaco, per conto della casa farmaceutica del Regno Unito, Vantia Ltd, che dovrebbe fornire una soluzione più efficace per il trattamento della dismenorrea. Questo farmaco ha tra le sue premesse quella di agire sulla causa dei crampi mestruali anziché agire unicamente sui sintomi.

Secondo i ricercatori la causa di questa condizione è un aumento dei livelli nel sangue di un ormone detto vasopressina il quale svolgerebbe un ruolo nella regolazione delle contrazioni dell’utero: un processo che avviene proprio durante il ciclo mestruale. Il dottor Batt ritiene che bloccando questo ormone si potrebbe alleviare la dismenorrea.

Al momento il nuovo farmaco è in fase di sperimentazione nel Regno Unito e negli Stati Uniti ed è stato battezzato VA111913, dopo che una modifica ne ha permesso di essere prodotto in forma di pillola anziché essere somministrato per iniezione. Il farmaco viene testato direttamente su donne affette da dismenorrea e si conta di avere i risultati a disposizione entro la fine dell’anno. Già dai primi test pare si sia dimostrato efficace senza presentare particolari effetti collaterali.

Lo studio è stato presentato al 239° Congresso annuale della American Chemical Society (ACS) con la promessa che se le sperimentazioni daranno i risultati che ci si aspetta, entro quattro anni il nuovo farmaco potrebbe essere disponibile sul mercato.

Immagini:
rebeccacooperblog.files.wordpress.com
images.com by ImageZoo
girlpower.it

Scrivi un commento