Da 23 novembre 2010 0 commenti Leggi tutto →

Disturbi comuni dei bambini: piccolo dizionario (parte II)

ADV

Nel post precedente ho elencato alcuni dei disturbi più comuni dei bambini. Disturbi di più o meno entità, che di solito si risolvono abbastanza in fretta ma che possono anche richiedere l’intervento del medico. Di seguito la seconda parte del piccolo dizionario dei disturbi più comuni dei bambini!

Fremulo corto

Eccessiva brevità del sottile legamento situato nella superficie inferiore della lingua che impedisce alla lingua i normali movimenti e si ripercuote sull’emissione dei suoni.

Infezioni urinarie

Infiammazioni delle vie urinarie che danno nei bambini piccoli manifestazioni sfumate come febbre leggera, soprattutto alla sera, episodi di rigurgito o di vomito senza apparente motivo e con il passare del tempo calo e arresto della crescita.

Ingrossamento delle ghiandole

Aumento di volume di una linfoghiandola, struttura di protezione dalle infezioni. E’ frequente nel bambino in quanto il suo sistema di difesa naturale è più reattivo, cioè tende a opporsi in maniera esagerata rispetto al fattore scatenante.

Ittero

Colorazione giallastra della cute e della sclera (la parte bianca) dell’occhio provocata dall’aumento di una sostanza prodotta dal fegato (la bilirubina). Compare alla nascita e passa, in genere, nelle settimane di vita successive.

Mal di gola

Espressione di una faringite o tonsillite (infiammazione delle tonsille), di solito si accompagna a raffreddore e febbre e provoca una diminuzione dell’appetito.

Mal d’orecchio

Dolore spesso a insorgenza improvvisa e di forte entità che si accentua nella posizione sdraiata o durante l’allattamento e che provoca pianto intenso nel bambino piccolo.

Mughetto

Infezione causata da un fungo, la Candida albicans, all’interno della bocca. Si manifesta con chiazze bianche sulla mucosa (tessuto di rivestimento interno) delle guance del piccolo.

Ragadi anali

Spaccature della mucosa (tessuto di rivestimento interno) dell’ano dovute a stitichezza che provocano molto dolore e talvolta sanguinamenti.

Reflusso

Emissione di latte acido, cagliato e di odore acre, in quanto già intaccato dai succhi gastrici. In genere è dovuto all’immaturità del cardias, la valvola posta tra l’esofago e lo stomaco.

Rigurgito

Emissione, a breve distanza dalla poppata e senza sforzo da parte del bambino, di una certa quantità di latte non ancora digerito. E’ un fenomeno normale sia nei lattanti nutriti al seno sia in quelli alimentati con il biberon.

Sangue dal naso

Fuoriuscita di sangue dovuta a un piccolo trauma oppure a irritazione della mucosa (tessuto di rivestimento interno) nasale da parte di agenti infettivi o da aria troppo secca.

Stitichezza

Oltre a scariche poco frequenti, comporta anche emissioni di feci dure e manifestazioni di disagio, come dolore alla defecazione e ragadi (taglietti) all’ano.

Tappo di cerume

Formazione di cerume in quantità eccessiva che ottura l’orecchio diminuendo l’udito.

Testicolo ritenuto

Mancata discesa di uno o entrambi i testicoli nello scroto (la sacca che li contiene) che rimangono, quindi, nel canale inguinale o nell’addome. In genere si risolve spontaneamente entro l’anno di età.

Immagini:
sognibimbi.blogspot.com
topnews.in
fornewmoms.com
parent24.com
gesa.org.au
webmd.com

Scrivi un commento