Da 18 giugno 2012 0 commenti Leggi tutto →

Disturbi in gravidanza: un aiuto dai medicinali omeopatici

ADV

Durante i nove mesi di “dolce attesa” possono presentarsi diversi disturbi dovuti all’adattamento dell’organismo a questa nuova situazione. Per rendere la gestazione serena e prepararsi al meglio per il parto, la futura mamma può ricorrere ai prodotti omeopatici indicati per i disturbi tipici della gravidanza, come nausea, mal di schiena, gambe pesanti, stress etc.

Inoltre, grazie alle alte diluizioni e all’assenza di tossicità, gli omeopatici sono generalmente adatti anche per la cura di quelle patologie non legate alla gravidanza, come per esempio quelle dell’apparato respiratorio.

Per rispondere a tutti i vostri dubbi su questo argomento, abbiamo posto qualche domanda al dott. Giancarlo Balzano, ginecologo ed esperto in omeopatia.

Quale medicinale omeopatico consiglia per la nausea?
La nausea è un disturbo frequente in gravidanza: compare generalmente dalla sesta settimana, spesso è percepita come “nausea mattutina” e a volte può essere accompagnata da vomito. In questa caso prescrivo alle mie pazienti Cocculine (Boiron), medicinale omeopatico disponibile in compresse che si sciolgono sotto la lingua, da assumere al bisogno, diradandone l’utilizzo al miglioramento dei sintomi.

Cosa fare per mal di schiena, gambe pesanti e crampi?
Sono disturbi che si manifestano generalmente di notte. Per la schiena prescrivo Arnica montana 30 CH, mentre per pesantezza e crampi alle gambe (dovuti all’aumento della pressione sanguigna) consiglio di assumere sistematicamente Hamamelis 5 CH o Vipera redi 15 CH, 5 granuli di ognuno mattina e sera. Localmente suggerisco di utilizzare Arnigel, un’applicazione al mattino e una la sera.

Durante la gravidanza si possono presentare manifestazioni d’ansia difficili da gestire. I medicinali omeopatici sono utili anche in questo caso?
Certamente. Dati gli sconvolgimenti fisici ed emotivi che la futura mamma si trova a vivere, è normale che in questo periodo si presentino stati d’ansia o di tensione psicologica. Dalla mia esperienza di medico, credo che per gli stati ansiosi e per i disturbi del sonno associati sia utile assumere Datif PC, medicinale omeopatico disponibile in compresse che si sciolgono lentamente in bocca.

Cosa consiglia di fare quando si presentano disturbi non legati alla gravidanza?
Per le altre patologie non legate alla gravidanza, ma che si possono comunque presentare in questo periodo, è in genere sconsigliato ricorrere ai farmaci “tradizionali”. Per questo, la terapia omeopatica rappresenta una valida soluzione, da utilizzare sempre con il supporto del medico o del farmacista. Penso ad esempio agli stati influenzali, per i quali prescrivo il medicinale omeopatico Oscillococcinum, mentre in caso di tosse suggerisco lo sciroppo omeopatico Stodal.

A cura del dott. Giancarlo Balzano, ginecologo ed esperto in omeopatia

Scrivi un commento