Dolci di Carnevale: la ricetta delle castagnole

ADV

le castagnole, dolci tipici di carnevale

A Carnevale ci si diverte, si fanno gli scherzi, ci si traveste, si festeggia in allegria e si mangiano i dolci. Tanti, calorici e fritti! Se dal giorno dopo la Befana i supermercati sono stati invasi da chiacchiere di tutti i tipi, avrete certamente notato che non esistono solo queste com dolce tipico del periodo. Panetterie e pasticcerie hanno in bella mostra anche gustose frittelle.

Volete provare a fare in casa uno dei dolci caratteristici del Carnevale? Oggi vediamo insieme come si realizzano le castagnole. Piccole palline di pasta fritta, le castagnole sono tipiche della Romagna e pare si chiamino così per via della forma che ricorda vagamente il frutto autunnale.

Potrete friggerle, immergerle nello zucchero e mangiarle come si fa con le ciliegie, oppure farcirle di crema, o ancora aggiungere all’impasto la ricotta. Saranno comunque buonissime!

Vediamo insieme cosa ci occorre e i passi da fare per ottenere queste delizie. Cominciamo con gli ingredienti:

  • 250 g di farina 00
  • 50 g di zucchero semolato
  • 40 g di burro fuso
  • 100  cl di latte
  • 2 uova piccole
  • mezza bustina di lievito per torte
  • un pizzico di sale
  • la scorza grattugiata di mezzo limone
  • un goccio di rhum (o alchermes)
  • una goccia di estratto di vaniglia
  • olio per friggere
In una ciotola ( o nell’impastatrice)  sistemate le uova, il burro fuso, lo zucchero, la scorza di limone e un paio di cucchiai di rhum. Mescolate con le fruste e aggiungete un po’ alla volta la farina che avrete prima setacciato con il lievito. Lavorate un po’, aggiungete il pizzico di sale e continuate a impastare finchè non avrete un composto morbido.
Prendete una padella con bordi alti, versatevi l’olio e mettete sul fuoco.
Se volete avere delle castagnole perfette e tutte uguali dovrete dividere l’impasto in tanti salsicciotti spessi un paio di cm e ricavare tanti cubetti che poi trasformerete in palline.
Se invece non le volete uguali, allora potete optare per il cucchiaino: prelevate un po’ di impasto e appallottolatelo.
Immergete le palline nell’olio caldo (se avete un termometro non deve superare i 160°) smuovetele e rigiratele per qualche minuto, finchè non le vedete dorare. Scolatele con una schiumarola, fatele asciugare sulla carta assorbente e impanatele con lo zucchero.
I vostri dolcetti sono pronti. Potrete prepararli insieme ai bimbi che si divertiranno a formare le palline. Fate solo attenzione quando le friggete che non stiano vicino ai fornelli 😉
E se non volete impestare la casa di odore di fritto e preferite qualcosa di più sano? Nei prossimi post vi mostrerò qualche dolce da fare a carnevale senza l’immersione nell’olio bollente, ma con passaggio in forno. Alla prossima!
Postato in: Carnevale, Feste

Scrivi un commento