Da 30 ottobre 2009 4 Commenti Leggi tutto →

Dolci per la festa dei morti: le ossa di morto

ADV

Il 2 novembre prossimo ricorrerà la festa dei morti. È un giorno molto importante perché vengono ricordati i defunti e si trascorre un giorno di festa in famiglia. Volete una ricetta originale per concludere dolcemente il pranzo del 2 novembre? Eccovi una ricetta molto suggestiva e originale che però ha radici molto antiche: le ossa di morto. Si tratta di biscotti che simulano le ossa di morto e sono molto conosciuti in Sicilia. Hanno una consistenza piuttosto dura ma sono buonissimi, provateli!

Ingredienti:
1 kg di fior di farina
1 kg di zucchero
15 gr di fiori di garofano

Procedimento:
dentro una pentola piuttosto larga mettete insieme la farina, lo zucchero e i semi di garofano pestati nel mortaio. Aggiungete dell’acqua e preparate un impasto morbido. Ponete la pentola sul fuoco e rimescolate continuamente con il cucchiaio di legno finchè non avrete ottenuto un impasto ben lavorato e soffice.

A questo punto, suddividete il composto a quadratini di circa 2 centimetri di lunghezza per lato e lasciateli riposare per un paio di giorni. Quando sarà trascorso questo tempo, ungete una teglia e deponete i biscotti a uno a uno dopo averli bagnati alla base.

Mettete in forno ben caldo finchè nella parte inferiore non verrà a depositarsi lo zucchero, prendendo un bel colore marrone bruciato. Questi biscotti si mangiano freddi e possono essere conservati per parecchi giorni.

Postato in: Casa, Cucina, Feste

4 Comments on "Dolci per la festa dei morti: le ossa di morto"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. Nina scrive:

    possibile qualche meraviglioso siciliana aiutarmi con il mio Ossa Di Mortu. i cookie.?
     ! Io uso 1 kg di zucchero, 1 kg di farina qualche chiodo di garofano e l’acqua. Ho lasciato li 3 giorni ho bagnato il fondo messo in forno caldo ma non loo come questo. sono un grumo. non va bene
        Cosa faccio di sbagliato? nessuno in America fa di questi e mi piacerebbe!
        grazie
         Nina

  2. eleonora scrive:

    da noi a MIlano sono diversi, ma forse di chiamano il pan dei morti

  3. Marianna scrive:

    Davvero? Pensavo che fossero tipici solo di certe regioni d’Italia: io a Milano non li ho mai visti 🙁

  4. elena scrive:

    Li vedo vendere molto nel cuneese…

Scrivi un commento