Donne: carriera o maternità? Preferiscono il lavoro!

ADV

Donna al lavoro al computerSembra proprio di sì: un’ indagine condotta in occasione della Festa della Mamma da Adecco, azienda leader nei servizi di gestione delle risorse umane rivela che tre donne su quattro sono disposte a rinunciare alla maternità scegliendo di fare carriera.

Il campione esaminato 2.580 lavoratrici alla domanda: “nella vita cosa vuoi prima di tutto?”, il 42,8% risponde di voler fare carriera e conciliare la vita familiare, ma in realtà ben poche  riescono a farlo. Secondo il 63,21% delle intervistate, nel lavoro  i vertici sono spesso esclusiva maschile per questo si rinuncia alla carriera per dare priorità alla famiglia per contro le donne che scelgono la professione e la carriera, sono costrette a molte rinunce tra cui anche la maternità, quest’ultima una priorità solo per il 27,46% delle donne.

Posto di rilievo invece per la coppia, a cui non rinunciano il 43,15% del campione, invece la “rinuncia di maternità” è quasi obbligata per chi ha investito sulle proprie capacità ed inclinazioni, colpa di una società un tantino maschilista?

La ricerca Adecco ha interessato 200 aziende su tutto il territorio, coinvolgendo nelle risposte anche i responsabili delle risorse umane di sesso maschile che alla domanda “perché le donne ai vertici delle aziende sono così poche?’ il 43% ha risposto  che le aziende italiane sono maschiliste, mentre il 23,16% ritiene che le colleghe che riescono ad accedere a ruoli manageriali sono una minoranza e perché scelgono di dedicarsi alla famiglia.

Voi donne e mamme che ne pensate avete fatte rinunce forzate o scelte consapevoli?

1 Comment on "Donne: carriera o maternità? Preferiscono il lavoro!"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. eelena scrive:

    la società di oggi è fortemente maschilista ancora e si ritiene che una donna che diventa mamma non possa svolgere bene il proprio lavoro e costruirsi una carriera.
    Io ho rinunciato alla carriera e mi sono accontentata di un lavoro pagato meno per avere orari compatibili con la famiglia, ma mi sembra di avere buttato vi anni di studio epr nulla, anche se non rinuncerei a mio figlio per nulla al mondo

Scrivi un commento