Dopo il parto: combattere la stipsi, con i consigli per regolarizzare l’intestino!

ADV

La stitichezza può essere un disturbo frequente in gravidanza e persistere anche dopo il parto. Spesso la stipsi può essere accentuata da una certa dose di stress per i punti di sutura che forse possono “impensierire” un po’. Per contrastare questo disagio che crea non pochi fastidi è importante ristabilire un equilibrio psico fisico, allontanando lo stress e adottando un regime alimentare sano, ricco di fibre e liquidi. Evitate i lassativi (peraltro assolutamente controindicati durante l’ allattamento e che possono creare assuefazione). Quindi un aiuto valido arriva soprattuto dalla dieta: ecco qualche giusto accorgimento da non dimenticare. 

1. Appena sveglie, a digiuno e prima di fare  colazione, bevete un bicchiere d’acqua tiepido e mangiate un kiwi maturo.
2. Effettuate un massaggio sull’addome proprio vicino all’ombelico con movimento circolare e in senso orario.
3. Preferite alimenti come minestre, muesli, yogurt, pane integrale e zuppe di cereali.
4. Niente corse nemmeno in casa adottate ritmi rallentati e senza affanni, concedendovi appena possibile un svago come la lettura di un libro, la visone di un film o semplicemente ascoltate musica.
5. Diminuite i formaggi stagionati, cioccolato, carne e riso.
6. Un integratore naturale come il lievito di birra è un valido rimedio anti-stipsi.
7. Mangiate  lentamente masticando con cura.
8. Bevete almeno due litri di liquidi al giorno, l’equivalente di 6-8 bicchieri di acqua, anche tè e spremute potete concedervele.
9. Una leggera attivita fisica non può che fare bene: camminate mezz’ora al giorno magari a passeggio con il piccolo.

Scrivi un commento