Eclissi di sole e bambini: come spiegarla e come vederla in sicurezza

ADV

eclissi di sole e bambini: come spiegarla e come vederla in sicurezza

Venerdì 20 si potrà vedere anche da noi in Italia l’eclissi di sole. I media ne stanno già parlando da tempo e c’è chi si è già attrezzato per guardarla. Noi la affrontiamo dal punto di vista dei bambini

Eclissi di sole e bambini: i vostri figli la vedranno? Vi siete già lanciati in spiegazioni più o meno dettagliate di ciò che accade quando il sole si oscura? I bambini, si sa, sono sempre molto affascinati dagli eventi naturali e altrettanto curiosi di sapere come avvengono.

Come spiegare l’eclissi di sole ai bambini in modo tale che la possano capire? Come tentare di vederla in sicurezza, senza correre rischi permanenti per gli occhi? Ne parliamo oggi.

Eclissi di sole e bambini: spiegarne il funzionamento in modo semplice

Che cosa è un’eclissi di sole?

E’ un fenomeno che avviene quando la luna passa tra la terra e il sole e impedisce ai raggi solari di raggiungere il nostro pianeta. Eclissi, infatti, deriva dal greco e significa “abbandono”.

Quando avviene l’eclissi?

Se si guardano dalla terra, luna e sole hanno circa le stesse dimensioni. Quando terra, luna e sole si ritrovano allineati, con la luna tra la terra e il sole, si ha l’eclisse.

Come può essere l’eclissi?

Può essere totale o parziale. Nell’eclisse totale la luna copre completamente il sole; nella parziale, come quella che vedremo noi, la luna copre in parte il sole.

Come far capire ai bambini il fenomeno?

I bambini potrebbero comprendere il fenomeno attraverso un semplice esperimento. Ecco di cosa avrete bisogno:

  • cartoncino
  • lampada
  • pallina di polistirolo
  • uno stuzzicadenti di legno lungo (di quelli da spiedini)

Prendete il cartoncino e fate un buco. Fissate lo spiedino nella pallina di polistirolo. Accendete la luce (deve essere una lampadina). Sistemate il vostro bimbo davanti alla luce e chiedetegli di guardarla attraverso il cartoncino. Posizionate la pallina di polistirolo perfettamente in linea con la luce e il vostro bambino. Guardando attraverso il buco del cartoncino il bambino vedrà un’eclissi.

eclissi di sole e bambini: come spiegarla e come vederla

Eclissi e bambini: come guardarla in sicurezza

Se non si osservano le norme di sicurezza nel guardare l’eclissi si rischiano gravi danni alla retina. Non bisogna sottovalutare la cosa: se sappiamo che i nostri figli guarderanno l’eclissi a scuola accertiamoci che lo facciano in sicurezza. Cosa fare per evitare eventuali danni permanenti ?

  • Prima indicazione ovvia: mai guardare il sole a occhio nudo
  • Non affidarsi a soluzioni fai da te come vetri anneriti, lastre, negativi per foto.
  • Non utilizzare binocoli e  telescopi che non abbiano il filtro adatto
  • Dotarsi di attrezzatura adatta: si possono utilizzare degli occhialini idonei acquistabili nei negozi di ottica o il vetro da saldatore con la gradazione massima
  • Se non riuscite a trovare gli occhialini o lo schermo giusto, potete utilizzare uno strumento facile da costruire: avete bisogno di un foglio di carta e di un cartoncino. Nel cartoncino praticate un forellino con bordi netti. Sistemate il cartoncino in modo tale che l’immagine del sole venga proiettata sulla carta e vedrete l’eclisse

Eclissi e bambini: strumenti utili

eclissi di sole e bambini: come spiegarla

Se non riuscite a vedere con i vostri occhi l’eclissi perchè non vi fidate, perchè tutti gli occhialini sono esauriti, non disperate. Vi basterà collegarvi al sito del virtual telescope project e potrete seguire l’evento in streaming.

Ecco anche un video riassuntivo su questo evento imminente.

Buona eclissi a tutti!

 

 

Articoli consigliati

Scrivi un commento