Da 24 aprile 2009 1 commento Leggi tutto →

Eco-mamme alla carica (una tribù in continua crescita)

ADV

Ormai se ne parla dappertutto, le “eco-mamme” sono una realtà anche qui in Italia. Sono finiti i tempi in cui si associava l’attenzione all’ambiente e la decrescita consapevole ad un aspetto po’ “fricchettone”, le eco-mamme sono attente, informatissime,  tecnologiche e spesso di ceto medio-alto, però amano portare bambini, allattarli, svezzarli con cibi freschi e pensano anche al pianeta mentre pensano ai loro bambini.

Come al solito la carica è uscita allo scoperto prima oltreoceano con un gruppo di mamme organizzate che hanno fondato un’associazione, mentre qui da noi il gruppo c’era ma restava nascosto, le ecomamme americane uscivano allo scoperto diventando le cosiddette “mamme alfa” di cui abbiamo parlato un po’ di tempo fa e piano piano sono uscite allo scoperto in tutto il mondo, anche in Italia e da quel primo articolo sul New York Times nel febbraio 2008 ne è passata di acqua sotto i ponti e di articoli sui giornali.

Ma le eco-mamme cosa fanno di diverso dalle mamme “normali”?

Niente a parte il fatto che tendono a ragionare con la loro testa senza accettare “pedestremente” ogni cosa che viene loro proposta, ragionano in modo critico e non accettano quello che non ritengono convincente senza tante paure, fidandosi del proprio istinto e dell’istinto dei loro bambini. Proprio per questo modo di ragionare sono loro a lanciare le nuove tendenze in tema genitoriale, spesso supportate da eco-papà altrettanto attenti.

Sembra impossibile ma le scelte migliori per i bambini sono spesso le scelte migliori anche in tema di ecologia e di economia, le eco-mamme l’hanno capito e non si lasciano più abbindolare dalle miriadi di pubblicità che ci circondano, con tutti gli interessi economici che si portano dietro, non è solo questione di pannolini lavabili e cose così ma è uno stile di vita più ampio, una consapevolezza diversa che spero si diffonda in modo virale.

1 Comment on "Eco-mamme alla carica (una tribù in continua crescita)"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. Livia scrive:

    Lo spero anche io!

Scrivi un commento