Da 12 novembre 2015 Articolo con sponsor 2 Commenti Leggi tutto →

Educazione del cane: come insegnargli le regole

ADV

come educare il cane e insegnargli le regole

Un cucciolo sta per arrivare in casa vostra, bisogna prepararsi e capire che l’educazione del cane è molto importante. Come insegnargli le regole della famiglia e della società in modo tale che la convivenza sia serena e piena di momenti belli?

Grazie anche alla collaborazione con Purina e con il progetto #crescereconunpet, ecco cosa possiamo suggerirvi.

Educazione del cane: cosa è necessario

Premesso che per prima cosa dovete stabilire quali sono le regole fondamentali per voi, ecco come muovervi.

Linguaggio

Per educare il cane a seguire le regole della famiglia e della società dovrete comunicare con lui e prestare molta attenzione al come. Il cane non comprende le vostre parole, ma coglie il tono di voce, la vostra postura e quale espressione avete. Fate sì che voce, volto e corpo abbiano lo stesso linguaggio: se dovete impartirgli un ordine, ad esempio, fatelo con voce ferma, sguardo serio ma non minaccioso.

Stabilire chi comanda

Il cane deve sempre sapere chi comanda e soprattutto all’inizio e con certi cani meno remissivi è bene che sia una sola persona a dettare le regole. In generale è sempre meglio che durante il periodo di educazione sia un adulto a rapportarsi al cane.

Punire e premiare

Come abbiamo già visto nel post in ci vi davano consigli su come gestire il cane quando si è fuori tutto il giorno, per educare il nostro cucciolo dovremo saper punire e premiare.

  • Le punizioni dovranno essere dei fermi rimproveri fatti subito dopo l’azione “negativa” del cane. Al rimprovero si può affiancare uno scapellotto lieve.
  • I premi saranno dati subito dopo la buona azione e potranno consistere in un assaggio di cibo, in una coccola, in un gioco.

Insegnare i comandi base

I cani per imparare a seguire le regole della famiglia devono innanzitutto saper obbedire ai comandi base:

  • NO: come abbiamo già visto il NO è importantissimo sia per evitare che il cane faccia qualcosa che non desideriamo, sia per evitare che si faccia del male. Siate fermi e decisi nel dire no e fatelo sempre.
  • VIENI: utile per richiamare il cane in qualsia situazione si trovi.
  • PIEDE: il cane deve saper camminare fianco a fianco del padrone. Questo è un comando importantissimo soprattutto se si passeggia in città
  • STOP: quando il padrone in passeggiata si ferma, anche il cane lo deve fare. Questo è molto utile soprattutto quando c’è traffico.
  • SEDUTO: è il comando che insegna al cane a stare fermo al suo posto.

a scuola di petcare purina

2 Comments on "Educazione del cane: come insegnargli le regole"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. Dora scrive:

    Ho letto articolo. …mancano alcune note.
    1.un cucciolo NON è solo un regalo di Natale, ma un impegno per i prossimi 15 anni ( Natali, Ferragosti, traslochi, nascite di altri figli, malattie di membri della famiglia…e del cane stesso).
    Per molti bimbi piccoli, sarà un gioco come gli altri…NON è PER il bambino…è per TUTTA la famiglia. ..se gli adulti non vogliono prendersene cura…non lo prendano!
    2. Adottare un cane adulto,che magari ha già imparato le regole, è un modo per insegnare al bambino a compiere un atto di generosita

    • Lucia D'Adda scrive:

      Grazie Teodora per il tuo contributo. Ora ci hai dato lo spunto per un altro post: dopo quello sulle regole da insegnare al cane, anche quello delle regole per una famiglia che vuole adottare un cane! Ciao.

Scrivi un commento