Canzoni e filastrocche per la festa dei remigini

remigini

Ecco, ci siamo. I tre anni di scuola dell’infanzia sono terminati e la festa dei remigini è quasi pronta. Cappello da diplomato in testa, diploma, coccarda, lavoretti. Cosa manca per rendere indimenticabile il passaggio dei bimbi alla scuola primaria? Che ne dite di una bella canzoncina, una di quelle da cantare tutti insieme e da far scendere le lacrime a mamme, papà e nonni?

LEGGI ANCHE: come costruire un cappello da diplomato

Oggi vi lasciamo alcune canzoni e filastrocche dedicate ai remigini, adatte sia per le feste all’asilo che per festeggiare e ricordare a casa un momento importante per i nostri bimbi.

Evviva i remigini! Canzoni da cantare e filastrocche

Viva i remigini

Cominciamo con la canzoncina Viva i remigini, che ci viene proposta da filastrocche.it

Uno dietro l’altro
segnando bene il passo
In ordine perfetto
arrivano i remigini
Salutano gli amici
si sentono importanti
ormai sono grandi
la scuola lasceranno.

Ritornello:
Hanno imparato tante cose
a cantare, a disegnare
a contare fino a cento
tante cose si…un bastimento!

Uno in fianco all’altro
si prendono per mano
Non sbagliano il passo
e bravi i remigini
fanno un inchino
salutano gli amici
che battono le mani
a chi se ne va.

Ritornello:
Hanno imparato tante cose
a cantare, a disegnare
a contare fino a cento
tante cose si…un bastimento!

Segnando bene il passo
fanno il girotondo
intorno alle maestre
evviva e remigini
Cantano in coro
per salutare tutti
Sono pronti ad andare
in prima elementare.

Ritornello:
Hanno imparato tante cose
a cantare, a disegnare
a contare fino a cento
tante cose si… un bastimento!

Volete imparare la canzone? Ecco l’unico video che abbiamo trovato. Il video non è niente di che, ma è sufficiente per riuscire a imparare la melodia della canzone.

LEGGI ANCHE: lavoretti per la fine anno scolastico 

Siamo i remigini

di Dolores Olioso 

Siamo i remigini, lasciateci passare
alla scuola primaria siamo pronti ad andare.
Siamo i remigini e noi ce ne vantiamo
e a battere le mani tutti quanti vi invitiamo!

Eccoci insieme tutti qua
è il nostro giorno di felicità
con la mano saluterò: CIAO CIAO!
gli amici e le maestre CIAO!

Siamo i remigini, lasciateci passare
alla scuola primaria siamo pronti ad andare.
Siamo i remigini e noi ce ne vantiamo
e a battere le mani tutti quanti vi invitiamo!

Mille ricordi dentro noi
non ci scorderemo mai di voi
Questa canzone canterò: trallallà
dedicata a tutti voi!

Siamo i remigini, lasciateci passare
alla scuola primaria siamo pronti ad andare.
Siamo i remigini e noi ce ne vantiamo
e a battere le mani tutti quanti vi invitiamo!

Viva i remigini, evviva noi!
Batti le mani forte più che puoi
ora grida insieme a me: hurrà!, hurrà!
Viva i remigini hurrà!

Siamo i remigini, lasciateci passare
alla scuola primaria siamo pronti ad andare.
Siamo i remigini e noi ce ne vantiamo
e a battere le mani tutti quanti vi invitiamo!

Eccoci insieme tutti qua
è il nostro giorno di felicità
con la mano saluterò: ciao ciao!
gli amici e le maestre ciao!

Siamo i remigini, lasciateci passare
alla scuola primaria siamo pronti ad andare.
Siamo i remigini e noi ce ne vantiamo
e a battere le mani tutti quanti vi invitiamo!

Siamo i remigini, lasciateci passare
alla scuola primaria siamo pronti ad andare.
Siamo i remigini e noi ce ne vantiamo
e a battere le mani tutti quanti vi invitiamo!

Ed ecco la musica per imparare la melodia

Buon viaggio

Cesare Cremonini 

Non è una canzone per i remigini, ovvio, ma si presta comunque ad augurate buon viaggio a chi inizia una nuova avventura. Potrebbe essere, con qualche cambiamento nel testo, una canzone che le maestre cantano ai bimbi.

Buon viaggio
Che sia un’andata o un ritorno
Che sia una vita o solo un giorno
Che sia per sempre o un secondo
L’incanto sarà godersi un po’ la strada
Amore mio comunque vada
Fai le valigie e chiudi le luci di casa
Coraggio lasciare tutto indietro e andare
Partire per ricominciare
Che non c’è niente di più vero di un miraggio
E per quanta strada ancora c’è da fare
Amerai il finale
Share the love
Share the love
Share the love
Share the love
Share the love
Share the love
Share the love
Share the love
Chi ha detto che tutto quello che cerchiamo
Non è sul palmo di una mano
E che le stelle puoi guardarle solo da lontano
Ti aspetto
Dove la mia città scompare
E l’orizzonte è verticale
Ma nelle foto hai gli occhi rossi e vieni male
Coraggio lasciare

Scrivi un commento

I dati che ti chiediamo di inserire nel form ci servono per identificarti e poter rispondere al tuo messaggio. Compilando i dati e inviando il form, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali che verranno trattati in modo conforme a quanto definisce il Regolamento UE 2016/679. Trovi l’indicazione del Titolare del trattamento e l’informativa completa a questo indirizzo: www.blogmamma.it/policy-sui-cookies/